Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Enpa al lavoro per salvare gli animali intossicati nel Polcevera: “Il peggio deve ancora venire”

Una dozzina finora i recuperi. E dei pesci non c'è traccia: "Sono tutti morti, un disastro gravissimo"

Genova. Sono una dozzina gli animali salvati in questi due giorni dai volontari dell’Enpa che dall’alba di ieri perlustrano il torrente Polcevera e raccolgono le segnalazioni dei cittadini. Si tratta soprattutto di aironi, anatre ed oche: “La più grave è un’oca selvatica che abbiamo recuperato ieri – racconta Francesco Baroni, volontario dell’Enpa – completamente incatramata e che ha inferito parecchio petrolio. Non sappiamo se ce la farà”.

Generica

Oggi sul furgone dell’Enpa c’è invece un’anatra: ha il becco annerito e l’aria spaventata: “ma nono è messa troppo male” rassicura il volontario che l’ha appena recuperata lungo fiume nella zona di Ansaldo Energia. “In parte gli animali sono morti subito e in parte si trovano seminascosti dalla vegetazione e non è facile individuarli. Ci aspettiamo che il peggio arrivi nei prossimi giorni quando gli effetti delle intossicazioni si faranno sentire”. E

i pesci? Se ne sono visti davvero pochi: “Anche noi non li abbiamo visti, quindi probabilmente sono tutti morti subito. Infatti proprio alla foce del torrente abbiamo visto numerosi aironi che evidentemente sanno che ci sono i pesci”.