Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Latte genovese, Città Metropolitana e Comune: “Ora forme straordinarie di commercializzazione”

Dura presa di posizione contro Parmalat: "Inaccettabile economicamente e moralmente lo spreco di latte invenduto"

Genova. Correre per salvare il latte dei produttori locali. E’ il problema di queste ore, al quale si cerca di trovare una soluzione per scongiurare un grave danno all’economia dell’entroterra e al presidio del territorio.

Per questo Città Metropolitana e Comune di Genova promuoveranno “forme straordinarie di commercializzazione”. Una soluzione che permetta la sopravvivenza delle aziende, mentre si lavora alla strada principale, cioè quella di valorizzare “la tipicità, la qualità e l’origine, promuovendo filiere corte dal produttore al consumatore”.

“L’agricoltura e l’allevamento costituiscono un presidio fondamentale nel nostro territorio, essenziale per garantirne la vita, lo sviluppo e la sicurezza ambientale.
Parmalat-Lactalis, anche contraddicendo rassicurazioni del passato, ignora le conseguenze sociali ed economiche delle proprie scelte sul nostro territorio. Le istituzioni sono chiamate a fare quanto possibile perché questa decisione sia riconsiderata. La Città metropolitana intende muoversi in questa direzione e si augura di poter agire in sintonia con la Regione Liguria e i Comuni dell’area metropolitana”.

Per evitare che il latte invenduto vada sprecato perché, spiegano Città Metropolitana e Comune, “sarebbe economicamente e moralmente inaccettabile”.