Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Liguria perde “Balla coi cinghiali”. Il festival rinasce in Piemonte

Dopo 5 anni tocca emigrare fuori regione

Liguria. Si torna a ballare, ma non a Bardineto, provincia di Savona. Il festival “Balla coi Cinghiali” rinasce dopo lunghe stagioni di assenza, ma in Piemonte. “Cari cinghialotti, tenetevi liberi dal 18 al 20 agosto che non vediamo l’ora di riabbracciarvi! A breve i nomi delle band sul palco e le mille attività che potrete seguire al Forte”. L’annuncio che tanti aspettavano è comparso oggi, quasi senza clamore e addirittura in sordina, sulle pagine ufficiali dei social network. Ma i moltissimi fan, che da ormai cinque anni ne attendevano il ritorno, non se lo sono fatto scappare e hanno già segnato in agenda l’appuntamento.

Il festival tornerà a far divertire, ballare, cantare e intrattenere migliaia di ragazzi. Una manifestazione che è in grado di attirare giovani praticamente da tutte le regioni d’Italia, ma che quest’anno si terrà a Forte Albertino di Vinadio, in provincia di Cuneo.

La location “extra savonese” non è nuova. Dal 2014, infatti, il Forte ospita la manifestazione nota come “Fortissimo”, che in pratica costituisce la fusione di “Balla coi Cinghiali” ed “Etnoforte”, altro evento organizzato dal gruppo di Nuvolari Libera Tribù. Insomma, un “Balla coi Cinghiali” camuffato e messo sotto mentite spoglie anche e soprattutto per non indispettire i tantissimi fan che negli anni hanno sempre ritenuto che il binomio tra la festa e la sede storica di Bardineto fosse indissolubile.

Quest’anno, però, pare che la festa abbia ritrovato il brand originario, quello praticamente scomparso nel 2011 (almeno come festival estivo: l’omonima associazione, infatti, ha continuato e continua ad operare attivamente in diversi campi) e diventato anno dopo anno l’evento clou della stagione e in grado di attirare fino ad 80 mila persone. Tramontata la possibilità di continuare a far svolgere il festival a Bardineto, altre località si erano offerte di ospitare il Bcc (come lo chiamano affettuosamente i fan). La possibilità più concreta era legata alla zona della Paleta di Cairo, ma le speranze erano tramontate definitivamente a marzo del 2014.
Vista l’impossibilità di far rimanere la festa in terra ligure, gli organizzatori avevano deciso di emigrare in Piemonte e di creare un nuovo evento che avesse lo stesso spirito di “Balla coi Cinghiali” ma non fosse esattamente “Balla coi Cinghiali”.