Quantcast
Dal 5 al 7 aprile

La Città metropolitana omaggia Einstein e la gravità

einstein

Genova. La Città metropolitana di Genova ospiterà giovedì 7 aprile alle 17 nella sala del consiglio metropolitano (palazzo Doria Spinola, largo E. Lanfranco, 1) due conferenze interdisciplinari, una del fisicoMarco Pallavicini, l’altra del semiologo e poeta Alberto Nocerino, facenti parte del ricco programma di ‘Gravity no gravity’, evento che, con il patrocinio della stessa Città metropolitana, per tre giorni (5, 6 e 7 aprile) contamineràfisica e arte contemporanea in vari luoghi di Genova.

‘Gravity no gravity’, promosso da Design of the Universe e dall’Osservatorio Astronomico di Genova, ruota attorno al concetto scientifico delle forze gravitazionali, eternamente discusso e risolto solo recentemente, fa parte del progetto ‘Anima mundi nella coscienza dei quanti’, che già aveva avuto un primo appuntamento a Genova in occasione del Festival della Scienza 2015, con un evento dedicato al tema della luce. Come in quel caso, anche questa volta l’arte contemporanea diventa lo strumento didattico con cui avvicinare la scienza a un pubblico adulto e non esperto e alle scuole, bambini e giovani. L’idea è promuovere la cultura tecnico-scientifica attraverso la creatività artistica.

I promotori, Enrico Giordano, direttore dell’Osservatorio astronomico di Genova e Beth Vermeer, fondatrice di Design of the Universe e curatrice del progetto complessivo, affronteranno il tema da punti di vista diversi ma complementari, affacciandosi sull’astronomia e sulla rappresentazione della gravità nell’arte contemporanea.

Per tre giorni, quindi, a Genova il tema della gravità sarà declinato attraverso conferenze, laboratori, mostre, installazioni site-specific e videoproiezioni in numerose sedi: la biblioteca internazionale De Amicis, i giardini Baltimora, il Museo di Sant’Agostino, il Museo di Storia Naturale e Palazzo Doria Spinola.

Più informazioni