Quantcast
Prima categoria girone c

La Campese pareggia e si prende la finale playoffrisultati

Via dell'Acciaio e Calvarese l'unico spareggio, chi vince va a Campo Ligure per la finalissima. In coda lo Struppa si aggrappa alla matematica. Mura Angeli da applausi pareggia con la Calvarese

goliardica polis- mura angeli promozione gir c

In Prima categoria, girone c, la Campese ottiene il pass per le finali playoff con ben due turni di anticipo. I verdirossoblù hanno infatti pareggiato 3-3 con il Bogliasco e hanno un vantaggio di 14 sulla Sampierdarenese quinta in classifica e sette sul Via dell’Acciaio, battuto proprio dai biancorossoneri.

Si sono definite quindi le tre squadre che si contenderanno il secondo posto disponibile per salire il Promozione, dopo la GoliardicaPolis. Con la Campese sicura fnalista quindi e ora necessariamente favorita per punti e risultati utili possibili, ci sono due giornate da giocare ancora. Due turni nei quali Via dell’Acciaio e Calvarese si giocheranno il terzo posto, che significherebbe gara in casa e con due risultati su tre.

L’ultima giornata, peraltro metterà di fronte proprio Via dell’Acciao e Calvarese, in uno scontro che potrebbe essere decisivo oppure una semplice amichevole in vista dello spareggio playoff.

Venendo al calcio giocato, si registra la 21^ vittoria della GoliardicaPolis, che punta a sfondare il tetto dei 70 punti nel prossimo turno. La capolista non è andata in vacanza anticipata, ma gioca con cinismo e attenzione contro il Vecchiaudace Campomorone, che è quasi salvo visto che conserva ancora 7 punti sullo Struppa.

Il match si sblocca subito grazie ad Oneto che trova l’angolino su calcio di punizione e porta in vantaggio i padroni di casa. La risposta della Goliardica arriva al 26° quando Converti fredda Dellepiane dopo essersi involato da solo verso la porta avversaria. Ancora Goliardica protagonista al 31° con Bertulla in cerca del gol numero 17, ma l’attaccante genovese colpisce il palo.

Si va così negli spogliatoi, dai quali riemerge una Goliardica più vogliosa di vincere. Così al 50° Aprile pressa la difesa del Campomorone che sbaglia e regala una palla facile per l’esterno blugranata che non sbaglia e completa la rimonta. Passa un minuto e la Vecchiaudace si crea l’occasione per tornare in gara. D’Errico si beve lo stesso Aprile che lo stende. Dal dischetto va Grazzi che colpisce la traversa. Al 71° quindi Converti completa la vittoria della capolista grazie a una bella palla filtrante di Di Meo.

La GoliardicaPolis vince meritatamente una partita difficile contro una buona Vecchiaudace, che deve fare mea culpa per le occasioni sbagliate e le imperfezioni difensive. Per la squadra di Campomorone la salvezza potrebbe arrivare da Sampierdarena domenica prossima.

La Campese pareggia 3-3 e come detto è sicura del secondo posto, complice la caduta del Via dell’Acciaio. Bene il Bogliasco che gioca alla pari contro una delle candidate alla promozione dimostrando di valere le prime dieci posizioni.

I biancorossi partono bene e al 10° passano in vantaggio con Cimieri, che con un gran tiro batte Burlando. Poco dopo, sempre il Bogliasco coglie la traversa con D’Elia. La legge del gol è severa, quindi al gol sbagliato ne corrisponde uno subito. Così al 18° Criscuolo pareggia e al 40° addirittura riesce a ribaltare tutto con Bottero.

Nella ripresa la Campese entra bene in campo e mette in difficoltà la difesa avversaria. Al 55° arriva la terza rete ospite ancora con Bottero, all’undicesima rete stagionale che chiude virtualmente la partita. Diciamo “virtualmente” perchè la reazione del Bogliasco c’è ed è perfetta. Al 65° Bettalli accorcia le distanze e due minuti dopo piazza il 3-1.

Il Bogliasco si prende un punto ed è soddisfatto, così come la è la Campese.

Male il Via dell’Acciaio, che porta a casa la seconda sconfitta consecutiva. A “matare” gli azulgrana è la Sampierdarenese stavolta, che gioca una gran partita. Primo tempo a reti bianche ma con tanto gioco degli ospiti. Il gol arriva solo al 73° grazie a Spinetti che sfrutta un passaggio di  Rizqaoui e porta avanti i suoi. Al 90° Pili chiude i conti siglando lo 0-2 finale. Via dell’Acciaio seconda, ma non ancora sicura, per il Bogliasco un fine campinato sereno.

Finisce in parità il derby fra Struppa e San Siro. Una partita che era più di un semplice derby, ma metteva in palio punti pesanti per la sopravvivenza in categoria. Il primo gol è del San Siro dopo soli 3’, e lo firma Ivan Soracase. Risponde lo Struppa al 22° con Fiumanò che si invola in area e batte con un piazzato il portiere.

Si va alla ripresa con uno Struppa più attivo. Al 56° Fiumanò colpisce il palo e due minuti dopo Valenti insacca il gol del sorpasso. Al 70° poi rigore concesso agli ospiti che Soracase trasforma sancendo la fine del risultato.

Struppa che deve fare tre punti per non retrocedere, San Siro che invece con questo punto sarebbe salvo, ma con il turno di riposo da osservare, e soli 3 punti disponibili deve guardarsi dal possibile ritorno del San Bernardino.

Anche il San Gottardo si guadagna una fetta di salvezza nel turno odierno, battendo di misura il PonteX con un gol a pochi minuti dalla fine. La partita di per sè è molto equilibrata con gli ospiti che partono all’attacco, ma il destro di Tricarico al 18° termina alta. Al 29° la prima occasione del San Gottardo con Giudice che da ottima posizione trova la respinta di Di Moro coi piedi.

Nella ripresa ancora San Gottardo con Costa, ma il suo tiro termina lontato dallo specchio della porta. Poi tocca a Serpe provarci, ma c’è Paganucci che salva il tiro a botta sicura dell’attaccante. Ancora Serpe protagonista, ma sempre impreciso, prima con un bel diagonale, poi con un’occasione a tu per tu con Di Moro, ma anche stavolta l’attaccante del San Gottardo è impreciso. Poco male perché all’88° finalmente, Altosole pesca in area proprio Serpe, che da due passi non può sbagliare. I tre punti vanno quindi al San Gottardo che può festeggiare la salvezza con due turni di anticipo, mentre il PonteX viene raggiunto in quinta posizione dalla Sampierdarenese.

Vittoria scacciaguai per il Leivi che batte il Prato 2013, condannando, con ogni probabilità i rossoneri ai playout. Il primo gol arriva al 20° per mano, anzi piede, di Asimi su calcio di rigore, alla sua settima marcatura stagionale. Il raddoppio è firmato da Balsamo che si fa trovare pronto in area su un cross dalla sinistra e batte Berveglieri.

Nella ripresa il Leivi chiude subito la partita sfruttando una dormita del Prato, rimasto mentalmente negli spogliatoi. Al 47° Miele trova il terzo gol che regala tre punti che sanno di permanenza in Prima categoria per i biancorossi. Nel finale c’è tempo per il gol di Della Giovanna direttamente su rigore, un gol che rende meno amara la sconfitta del Prato.

Leivi a 34 punti, che festeggia quindi, mentre il Prato ha a disposizione sei punti per cercare una difficilissima salvezza diretta o comunque un piazzamento migliore nella griglia playout.