Quantcast
Altre news

Inizia la Primavera Equa e Solidale: a Genova 2 eventi per Moda Etica

commercio equosolidale equa

Genova. Dal 14 aprile al 22 maggio 2016 si festeggia la Primavera Equa e Solidale, un mese di eventi in Liguria per offrire ai cittadini delle valide alternative equosolidali nelle scelte di tutti i giorni e poter contribuire ad un’economia e ad un mondo più giusto. Un intenso calendario di incontri – a ingresso libero – realizzato grazie al contributo della Regione Liguria e promosso da Equoliguria, la rete delle organizzazioni liguri del commercio equo, protagonisti la tracciabilità, la trasparenza, la sostenibilità ambientale e sociale, il prezzo equo e il rispetto dei diritti umani.

A tre anni dalla strage di Rana Plaza a Dhaka in Bangladesh dove persero la vita 1.138 operaie del tessile, DUE gli appuntamenti per promuovere un’industria della moda più etica, un suo consumo più critico e denunciare il mancato rispetto dei diritti dei lavoratori.

Sabato 16 aprile alle 16.30 La Bottega Solidale del Porto Antico “scende in passerella” con la moda sostenibile della stilista Marina Spadafora e la nuova collezione Primavera- Estate 2016 Auteurs du Monde di Altromercato. Parole, musica e movimento con una performance di A.E. Badoino, M.Giardina, G.Manaratti, N.Stabile, accompagnata dalla street band Al Raseef e le sue melodie arabo-balcaniche, per presentare queste creazioni uniche che rispettano le persone, i saperi, l’etica e la sostenibilità. Da mani artigiane in Asia, Africa e America Latina nascono le proposte contemporanee di questa collezione: leggere garze di cotone si mescolano alle sete con stampe vivaci; dalle distese dell’Etiopia al cuore montuoso del Nepal la sapienza del telaio unisce luoghi lontani, tradizioni antiche e saperi da salvaguardare. Questo happening aderisce al FASHION REVOLUTION DAY, la campagna internazionale per promuovere un’industria della moda più responsabile che si svolgerà il 24 aprile p.v. a commemorazione della strage di Rana Plaza. Seguirà una degustazione di prodotti equosolidali. Ingresso gratuito.

Domenica 17 aprile il Teatro Altrove di Piazzetta Cambiaso ospiterà “No More Rana Plaza”, un viaggio nel cuore del costo umano del fast fashion a cura della cooperativa Fair e di Abiti Puliti – sezione italiana della Clean Clothes Campaign – coalizione internazionale che opera per il miglioramento delle condizioni di lavoro e il rafforzamento dei lavoratori nell’industria tessile globale . Alle 17 il laboratorio esperienziale Centosettantaperottanta ricicli emozionali Gener_azioni di Sara Conforti- TSHIRTINACTION (&NOW?). Ogni partecipante sarà invitato a portare una Tshirt acquistata o indossata in un periodo o momento importante della propria storia e una fotografia che lo ritrae con il capo scelto o in cui si è ritratti in quel periodo storico. Tra talk, archivio e performance, l’artista svilupperà un incontro sul tema del recupero del valore narrativo e semantico dei capi d’abbigliamento dismessi e i possibili significati dell’abito in relazione alle diverse dimensioni generazionali, sociali, territoriali ed esperienziali.

Alle 20.30 proiezione del film True Cost di Andrew Morgan – Chi paga il prezzo dei nostri vestiti? Prima della proiezione interverranno: Deborah Lucchetti, Presidente Fair e coordinatrice Campagna Abiti Puliti; Sara Conforti, Presidente hóferlabprojects; Valeria Graziano, Art and Design Research Institute Middlesex University, Londra. Questo appuntamento lancerà in Italia la mobilitazione internazionale Broken Promises che chiede ad H&M di mantenere finalmente le promesse fatte per rendere sicure le fabbriche dei suoi fornitori in Bangladesh e migliorarne le condizioni di lavoro. Ingresso gratuito.

A Sestri Levante prosegue la rassegna “Mondovisioni” – I documentari di Internazionale su attualità, diritti umani e informazione a cura della cooperativa Zucchero Amaro e patrocinato dal Comune di Sestri Levante. Martedì 19 aprile alle 20.45, nella sala Agave del Convento dell’Annunziata, proiezione del documentario “The chinese mayor di Zhou Hao”​, protagonista la città di Datong, un tempo florida capitale della Cina imperiale, oggi quasi in rovina. La rassegna si concluderà il 22 maggio.

La Primavera Equa e Solidale è organizzata dal coordinamento Equoliguria che raggruppa le 14 organizzazioni liguri – associazioni e cooperative – che promuovono il commercio equo, la finanza etica e l’economia solidale ed è realizzata con il contributo della Regione Liguria che nel 2007 è stata la prima regione a prevedere una legge di settore. Questi i numeri: prodotti provenienti da oltre 200 produttori del Sud del Mondo localizzati in 70 Paesi; 21 Botteghe del Mondo; oltre 4000 soci di cui 2100 operativi; 400 volontari; 50 lavoratori e lavoratrici; 1000 ore di interventi nelle scuole all’anno; circa 30.000 studenti consumatori di prodotti equosolidali nelle mense scolastiche; oltre 100 convegni ed eventi organizzati all’anno e più di 30 campagne promosse o sostenute all’anno.

Per info www.equoliguria.it.

Più informazioni