Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Il gol di Dodo era regolare, chiediamo più attenzione”: anche Osti si fa sentire risultati fotogallery

Genova. Non è un caso che, dopo la sconfitta contro il Milan, ma con un pesante torto arbitrale, il gol annullato nel primo tempo (la moviola ha sancito che il fallo di Kucka su Dodo, nell’occasione dell’azione del gol dei rossoneri in realtà non c’era), in sala stampa si presenti anche il direttore sportivo della Samp Carlo Osti. Un modo per far capire che la Samp richiede più attenzione: “Noi siamo un club che non è solito lamentarsi, ma il gol era regolare e avrebbe cambiato l’esito della gara. Siamo in un momento delicato del campionato e penso che sia giusto avere la massima attenzione. Ci sono interessi notevoli in gioco e visto che Carpi e Frosinone hanno fatto risultati importantissimi, è ncora più importante ribadirlo”. Per Osti il Milan ha vinto perché ha fatto una buona gara. “Speriamo di essere più fortunati nelle prossime gare”, aggiunge, facendo i complimenti a Montella: “Ora la Samp ha una propria caratteristica dal punto di vista tecnico, la mano di Montella si vede, la squadra è plasmata, anche se ci sono stati risultati negativi penso che si sia imboccata la strada giusta”.

“Facendo un’analisi obiettiva e lucida, la squadra avrebbe meritato di più – dichiara Montella – avremmo potuto essere più risolutivi, abbiamo concesso una palla gol su un disimpegno errato e poco altro. In questo caso sono gli episodi che fanno la differenza, sono loro a far andare le partite in un certo binario”.

Il mister lancia anche un messaggio ai suoi giocatori: “I ragazzi devono essere più lucidi e calmi, anche quando si pensa di aver subito un torto, grazie all’esperienza del Milan negli ultimi 20 minuti non si è più giocato. Comunque ci può stare che la squadra possa andare fuori giri”.

Montella sorride amaramente: “Purtroppo sul gol annullato c’è stato un errore, si dice che nell’arco del campionato si compensino torti e sfavori, io però sono arrivato tardi e sinora non ci sono stati errori a nostro favore, ma ci sta che l’arbitro possa sbagliare. Quello che ci dispiace è che in questo finale di stagione i punti valgono di più, ma accettiamo e guardiamo avanti”. L’allenatore blucerchiato non vuole fornire alibi alla squadra: “Serve che si mantenga la stessa concentrazione e lo spirito di gruppo che ho visto oggi, a livello tattico e mentale la squadra ha dato il massimo”. Sulla mancanza di “cattiveria” sotto porta se si esclude Quagliarella, Montella risponde: “Qualche giocatore può essere risolutivo, qualcuno non ci riuscirà, il mio lavoro è questo: far tirar fuori a loro qualcosa di più”.

“Abbiamo fatto una buona prestazione, sotto tutti i punti di vista, dispiace andare a casa con zero punti, visto che abbiamo tenuto un buon ritmo per tutta la partita”, dice Lorenzo De Silvestri, che dopo il nervosismo in campo ritrova la calma negli spogliatoi e rilancia la propria candidatura per un posto nella nazionale di Antonio Conte: “Io farò di tutto per guadagnare una convocazione”.