Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Bogliasco perde la strada giusta e subisce la rimonta della Canottieri Napoli risultati

Daniele Bettini: "Sono molto dispiaciuto e amareggiato"

Bogliasco. Ieri alla “Gianni Vassallo” il Bogliasco Bene ha giocato contro la Canottieri Napoli, in una classica sfida della pallanuoto italiane.

All’ingresso in piscina squadre accompagnate nella sfilata dalle bambine e dai bambini della scuola pallanuoto, con i padroni di casa che consegnano agli ospiti un omaggio offerto dagli sponsor Spuma di Sciampagna, Chanteclair, Quasar, Sauber. Napoletani privi del mancino Di Costanzo per infortunio. Irriducibili presenti.

Partiti. Palla al Bogliasco. Il primo gol è del capitano Di Somma. Risponde la Canottieri con Velotto in superiorità. Rari a uomo in più, la mano calda di Ravina fa 2-1. Gli ospiti tornano in parità con la rete di Mattiello in superiorità; De Trane riporta in vantaggio i padroni di casa.

Secondo tempo. La prima azione è una parata bella ed importante di Prian. Gambacorta per un tiro diretto e senza indugi fa 4-2. Uomo in più per i partenopei ma c’è ancora Prian. Segna Ravina, un’altra superiorità ed è 5-2. Ruba palla il giovane Guidi, parte in controfuga, arriva davanti alla porta di Vassallo a testa bassa tira ma sul primo palo, dov’è posizionato il portiere: tutto bello tranne la conclusione, manca ancora l’esperienza. Esposito per il 5-3 a uomo in più. Nei due minuti finali tre parate di Prian.

Cambio campo. Ancora espulsioni, Canottieri che si avvicina con la rete di Bruguljan: 5-4. Bogliasco che non molla: Guidaldi da posizione tre serve Giordano in uno che vede il centroboa carioca faccia alla porta e lo serve con precisione, è rigore. Trasforma De Trane. Velotto dalla distanza gela la “Vassallo”. Ancora Gonzalez Alonso, dal centro, movimento perfetto e da sott’acqua gonfia la rete per il 7-5.

E’ Bruguljan a tenere in partita la Canottieri: alto fino al costume, schema in superiorità e gol del 7-6. Sequenza di superiorità, para Prian. Mattiello espulso, protesta, allontanato definitivamente. Segna Monari: il gigante di Modena si avventa su un pallone ribattuto da Vassallo su tiro di Alonso per l’8-6. Serie di controfalli, para Prian. Mancano 14 secondi al termine del terzo tempo: controfuga di Bruguljan, accelera, ha il difensore sulla schiena, punta la porta e segna.

Ultimo tempo. Prima palla al Bogliasco. Ma a 6’20” la Canottieri pareggia con Migliaccio in controfuga. Velotto esce per tre falli, rigore a favore dei padroni di casa, lo conquista Gonzalez Alonso. Sul “dischetto” lo specialista De Trane, palla fuori, colpisce il muro. Prian si oppone per due volte: Bruguljan e Buonocore. Fa male ancora una volta l’attaccante montenegrino, in superiorità numerica, 8-9: Canottieri Napoli per la prima volta davanti.

Vassallo protagonista di due parate importanti. La Canottieri perde anche Buonocore, definitivo per tre falli. Guidaldi tira, sembra gol ma la palla è esterna. Segna, invece, Baviera: ospiti sul +2. Resta il tempo per altre parate di Vassallo perché il Bogliasco ci prova ancora nonostante gli errori commessi soprattutto in questa ultima frazione di gioco. Ma è troppo tardi.

“Sono molto dispiaciuto e amareggiato – dichiara Daniele Bettini -. La partita stava andando sui binari che ci eravamo detti. Abbiamo perso noi in lucidità e sicurezza, commesso errori gravissimi di personalità. Ci siamo smarriti invece di proseguire sulla nostra strada. Sono dispiaciuto perché era una partita a cui tenevo particolarmente: dovevamo fare punti. Ed è un vero peccato. Amareggiato perché nel quarto tempo non siamo mai riusciti a giocare la nostra pallanuoto, male e raffazzonati, troppa confusione e poca sostanza. Partiamo domani notte per la Sicilia e abbiamo pochissimo tempo per metabolizzare la sconfitta: dobbiamo per forza riprendere da dove abbiamo lasciato, sabato scorso contro lo Sport Management, quello è il vero Bogliasco, quello che può andare avanti in questo campionato”.

“Sapevamo che sarebbe stata una partita di grande sofferenza – dice Paolo Zizza, allenatore della Canottieri -. Nnonostante siamo andati sotto di tre gol ci abbiamo creduto e abbiamo lavorato fino a che non siamo riusciti a maturare questa vittoria, in un campo difficile, a casa di una signora squadra che sta facendo un grande campionato. Ho chiesto alla squadra maturità perché sono queste le partite che fanno crescere, ed è motivo di orgoglio per una squadra così giovane”.

Il tabellino:
Rari Nantes Bogliasco – CC Napoli 8-10
(Parziali: 3-2, 2-1, 3-4, 0-3)
Rari Nantes Bogliasco: Prian, De Trane 2, A. Di Somma 1, Gavazzi, Guidaldi, Ravina 2, Gambacorta 1, Gonzalez Alonso 1, Guidi, Fracas, Monari 1, Giordano, Pellegrini. All. Bettini.
CC Napoli: Turiello, Buonocore, Baviera 1, Migliaccio 1, Bruguljan 4, Borrelli, Mattiello 1, Campopiano, Maccioni, Velotto 2, Baraldi, Esposito 1, Vassallo. All. Zizza.
Arbitri: Paoletti e Taccini. Delegato Fin: Costa.
Note. Mattiello espulso per proteste nel terzo tempo. Usciti per tre falli: Velotto e Buonocore nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Bogliasco 3 su 8 più 2 rigori di cui 1 fallito, Canottieri 6 su 12.