Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella, Alfredo Aglietti: “Complimenti alla squadra per aver concesso così poco al Pescara” risultati

Simone Palermo: "Spero si crei entusiasmo nella città, a noi serve un'ulteriore spinta"

Chiavari. A tre giornate dal termine l’Entella viaggia in settima posizione. Il pareggio odierno contro il Pescara mantiene immutate le chance dei biancocelesti di giocare i playoff.

Sono molto soddisfatto – dice l’allenatore Alfredo Aglietti – perché abbiamo fatto una buonissima prestazione giocando contro una squadra che nell’ultimo periodo ha sempre vinto, quindi non era facile. Non abbiamo fatto la nostra partita, potevamo sbloccarla soprattutto all’inizio, quando abbiamo avuto tre o quattro situazioni importanti ma non ci siamo riusciti. Poi loro ci hanno messo in difficoltà con possesso palla e qualità, anche se noi non siamo mai andati in affanno e questa è la cosa che mi è piaciuta di più perché abbiamo difeso bene, creato difficoltà ai loro portatori di palla. Il Pescara ha avuto solo un paio di tiri da fuori, a parte la palla che ha avuto Lapadula nel finale. Complimenti alla squadra per aver concesso così poco al Pescara“.

Ritmi più bassi nella ripresa, con la consapevolezza che il pareggio poteva andar bene. “C’era la consapevolezza che perdere sarebbe stato importante, sia per noi che per il Pescara – sottolinea il mister -. Entrambe le squadre ci hanno provato con intelligenza, senza prestare il fianco ai contropiedi che dall’una o dall’altra parte potevano risultare fatali. Grande attenzione da parte di entrambe le difese, poche occasioni da gol nella ripresa complice anche la poca lucidità per via della stanchezza e del caldo che si è fatto sentire. A mio avviso è stata una bella partita”.

Direzione di gara positiva. “L’arbitraggio è stato ottimo – dichiara Aglietti -. Sicuramente c’è stato un episodio dubbio nella loro area di rigore, ma io sono contento quando un arbitro dirige così, con questo metro”.

Oggi tanti pareggi. “Sicuramente la posta in palio è altissima, quindi non ci si può più permettere di sbagliare e questo fa sì che a livello mentale si tenda a portare a casa un punto che fa classifica. Ci sono stati risultati particolari – conclude -, la situazione si è un po’ annullata. Una giornata in meno, meno punti a disposizione”.

Il centrocampista Simone Palermo analizza così la partita: “Eravamo partiti molto forte, poi si è sentita tutta la fatica dei settanta minuti in dieci contro il Latina. Speravamo in quell’episodio che ci girasse a favore, ma poi purtroppo è finita così. Ma è andata bene perché queste partite se non riesci a sbloccarle poi ci può essere anche la beffa. Noi teniamo duro finché non recuperiamo tutti gli effettivi”.

Una tra Entella, Novara e Cesena resterà fuori dai playoff. Il Brescia appare ormai escluso. “Il Brescia resta un’ottima squadra – dice Palermo – e non essendo ancora fuori matematicamente giocherà le ultime partite come fossero finali”.

Oggi il pubblico era particolarmente caldo. “Questo è importantissimo. I nostri tifosi sono pochi ma buoni. E’ bello sentirli, lo stadio è fatto in modo che li hai addosso e questo ti agevola. Spero – conclude – che andando avanti possa venire sempre più gente e si crei entusiasmo nella città, a noi serve un’ulteriore spinta”.