Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lettere al direttore

Edilizia scolastica, De Ferrari (M5S): “I fondi perduti tra le promesse di Renzi e il cemento di Toti”

Più informazioni su

#ScuoleSicure… Ve lo ricordate il famigerato slogan che nelle slide dell’estate 2014 era accompagnato dai ridondanti #ScuoleBelle e #ScuoleNuove? Quello sotto il cui titolo Renzi prometteva addirittura 3,5 miliardi di euro per rilanciare l’edilizia e rimettere le scuole pubbliche italiane in sicurezza?

Ecco. Siamo nel 2016. Sono trascorsi quasi due anni e Città Metropolitana di Genova deve fare i conti con le casse per l’edilizia scolastica ancora completamente vuote! E così, nel nome di una ipotetica alternanza scuola-lavoro, i lavori utili alla ristrutturazione (o meglio utili a eseguire piccoli tapulli) saranno affidati agli stessi studenti.

Di fronte a dozzine di crolli contati nel 2015 nella sola Liguria (e vere e proprie stragi evitate per pochi secondi o pochi millimetri), il premier non eletto continua la sua irresponsabile strada delle surreali promesse, trascurando, di fatto, i cittadini italiani e i loro reali problemi.

L’edilizia scolastica è anche una competenza regionale, ma per rilanciare un settore edile in grave crisi, la Giunta Toti ha pensato fosse meglio rilanciare (e addirittura peggiorare, rendendolo anticostituzionale) il già dannoso Piano Casa burlandiano tutto cemento, anziché varare un necessario ed emergenziale Piano Scuola!
Noi come MoVimento 5 Stelle, dopo due interrogazioni in aula sul tema dell’edilizia scolastica già discusse nei primi mesi di legislatura, chiederemo con un imminente mozione che la Regione Liguria si impegni anche a fare pressione verso il governo centrale per ottenere quelle risorse (da suddividere tra tutti i comuni interessati, le province e Città Metropolitana) utili alla messa in sicurezza degli edifici scolastici pubblici regionali e, quindi, dei nostri studenti, dei nostri insegnanti e di tutto il personale scolastico. Per rinnovare tutte le nostre scuole che l’ISTAT stesso nel 2015 ha dichiarato essere addirittura le più vecchie d’Europa.

Marco De Ferrari, portavoce MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria