Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Disastro Iplom: i lavoratori temono la cassa integrazione

L’altro lato della medaglia del disastro ambientale causato dalla rottura del tubo della Iplom riguarda i lavoratori dell’azienda. La condotta sequestrata impedisce alla raffineria di operare e per i 252 dipendenti sembra inevitabile la cassa integrazione.

Il guasto si è verificato nel tubo di 40 centimetri di diametro che serve per pompare il greggio da Multedo verso Fegino e Busalla per la lavorazione. Le ipotesi di reato contestate al primo indagato d’ufficio, il direttore della raffineria, sono quelle di disastro colposo.

Iplom ha convocato per domani pomeriggio nella sede dell’azienda le segreterie di Filctem-Cgil, Femca Cisl e Uiltec-Uil per discutere della possibilità di utilizzo di cassa integrazione per i 208 dipendenti della raffineria. Ne riferisce la Filctem Cgil Genova che nel contempo avvisa che domani non si terrà l’assemblea dei lavoratori.