A1 femminile

Bogliasco Bene mai in partita, tutto facile per il Plebiscito Padova fotogallery risultati

Le liguri dimostrano di non aver ancora smaltito la Coppa Italia e cedono nettamente

Bogliasco. Riprende il campionato con una sfida la vertice, tra il Padova, capolista e campione d’Italia uscente ed il Bogliasco, terzo in classifica e fresco della vittoria della Coppa Italia. Pubblico delle grandi occasioni e ospiti prestigiosi: il commissario tecnico del Setterosa Fabio Conti, il sindaco di Bogliasco e parlamentare Luca Pastorino, l’assessore allo sport della Regione Liguria Ilaria Cavo.

Squadre schierate per la presentazione con le ragazze della Rari Nantes che offrono un omaggio alle avversarie grazie agli sponsor Spuma di Sciampagna, Chanteclair, Quasar, Sauber. Ci sono le nazionali, Frassinetti, Teani e Queirolo: a loro va il ringraziamento per quello che hanno fatto e cioè per avere permesso all’Italia, insieme alle compagne di squadra, di staccare il biglietto per le Olimpiadi.

Partite. Palla alle locali. Apre le marcature Dufour, Bogliasco Bene in vantaggio. Poi è tanto Padova: Queirolo, Martina Savioli, ancora Queirolo ed è 1-3. Le biancoazzurre hanno a disposizione tre superiorità numeriche che però non riescono a sfruttare.

Secondo tempo. Ancora Padova a segno, con un gol sporco: Barzon tira, la palla rimbalza prima sul bordo interno del legno, poi picchia addosso a Falconi che si gira e la toglie dalla porta, ma la rete viene convalidata. Martina Savioli porta le ospiti sul +4; Alessia Millo in controfuga sul +5. Padrone di casa in difficoltà sulle superiorità numeriche e sull’attacco alla zona delle avversarie.

Cambio campo. In apertura la rete di Queirolo fa 1-7. Si sbloccano le padrone di casa con Giulia Millo in superiorità. Robinson ristabilisce le distanze. Funziona la difesa bogliaschina su più azioni. Barzon per l’unica rete del Plebiscito in superiorità: 2-9. Chiude Giulia Millo: movimento perfetto, entrata, passaggio di Maggi e gol del 3-9.

Ultimo tempo. Traverse e pali. Brava Teani. Un unico gol a tabellino quello di Cocchiere, di forza per il 4-9, che diventa il risultato definitivo.

Fabio Conti, ct della nazionale femminile, afferma: “Per il Bogliasco vediamo il risultato positivo, non di questa partita, ma della Coppa Italia. E’ stata una conquista storica ed importante. Ma di questa sera sono sicuro che Sinatra ne farà tesoro in vista dei playoff. Parliamo di Nazionale perché credo che la qualificazione alle Olimpiadi sia importante per tutto il movimento pallanuotistico. E’ stata molto sofferta perché non era scontata. Ora si passa alla selezione ed alla scelta, l’aspetto più complicato per un allenatore”.

Mario Sinatra, allenatore del Bogliasco Bene, dichiara: “Loro hanno più esperienza, noi probabilmente non sappiamo ancora gestire le emozioni e forse non abbiamo ancora archiviato la felicità della Coppa Italia. Siamo altalenanti e dobbiamo crescere, non dimentichiamo che giochiamo con ragazze del ’97 e del ’98. Continuiamo a lavorare: gli obiettivi rimangono quelli prefissati”.

“Una partita delicata, questo è un campo difficile, e queste sono partite da giocare – dice Stefano Posterivo, allenatore del Plebiscito Padova -. La lunga sosta non ha aiutato nessuno. Abbiamo comunque dato una buona risposta. Sono contento di come le ragazze hanno gestito il match”.

Il tabellino:
Bogliasco Bene – Lantech Plebiscito Padova 4-9
(Parziali: 1-3, 0-3, 2-3, 1-0)
Bogliasco Bene: Falconi, Viacava, Gualdi , Dufour 1, Trucco, G. Millo 2, Maggi, Rogondino, Boero, Rambaldi Guidasci, Cocchiere 1, Frassinetti, Casareto. All. Sinatra.
Lantech Plebiscito Padova: Teani, Barzon 2, I. Savioli, Gottardo, M. Savioli 2, Queirolo 3, A. Millo 1, Dario, Fisco, Robinson 1, Nencha, Lascialandà, Franceschino. All. Posterivo.
Arbitri: Ceccarelli e Romolini.
Note. Nessuna uscita per tre falli. Superiorità numeriche: Bogliasco 1 su 7, Padova 1 su 6.