Quantcast
A1 femminile

Bogliasco a Cosenza, Giulia Rambaldi: “Cerchiamo il riscatto”risultati

GIULIA RAMBALDI

Bogliasco. Domani la Rari Nantes Bogliasco sarà impegnata in trasferta, a Cosenza, alle ore 15; arbitri Bianchi e Fraunfelder. E’ la quarta giornata di ritorno e arriva a conclusione di una settimana che ha visto le bogliaschine lavorare, come sempre, ma con un’attenzione particolare per capire cosa non ha funzionato nell’ultima partita, quella contro il Padova.

Intanto è arrivata la convocazione per Agnese Cocchiere e Giulia Millo, un collegiale con la Nazionale ’98, dal 24 al 27 aprile al Centro federale di Ostia.

Tornando al campionato, bisogna fare punti: Bogliasco Bene a 20, Città di Cosenza a 18, l’obiettivo è la final six, dal 20 al 22 maggio alla “Cappuccini” di Messina, tra le polemiche. Della partita di sabato parla Giulia Rambaldi Guidasci.

Cosa andiamo a fare a Cosenza? “A riscattare la partita contro il Padova, cercando di portare a casa i tre punti e soprattutto di giocare bene cosa che sabato non abbiamo fatto”.

Perché? “E’ mancato il gioco di squadra e non abbiamo seguito le indicazioni di Mario Sinatra. Aveva detto che non avremmo dovuto forzare in attacco perchè uno dei punti di forza del Padova è il contropiede e ovviamente ha avuto ragione. Ma sbagliando si impara. Dobbiamo mettere più attenzione su noi stesse, sul nostro gioco”.

E Cosenza non è un campo facile… “Perché è all’aperto, le previsioni danno pioggia, pioverà su di noi ma anche su di loro, quindi non deve essere un alibi. Capanna è un ottimo tecnico sa caricare la squadra e metterla in acqua, noi dobbiamo giocare tutta la partita e riscattare anche la sconfitta pesante della partita di andata”.

Osservate speciali? “In particolare Pomeri e Silvia Motta”.

La settimana come è andata? “Ho visto una bella reazione, ci siamo allenate, con obiettivi precisi. Cosenza è una squadra molto fisica, aggressiva, ma noi non staremo a guardare e giocheremo fino ed oltre la fine per portare a casa i tre punti”.

Hai seguito il Setterosa? “Certo ed ho visto una bella squadra. Ora Teresa è rientrata, ha già recuperato, nonostante la stanchezza, come solo lei sa fare”.

Ed il Settebello? “Sono fiduciosa”.

Rambaldi che si allena e prepara la tesi. “Sì, con la volontà di discuterla a luglio. Sto lavorando all’Ist dell’ospedale San Martino di Genova: l’utilizzo dell’acceleratore lineare, la sua applicazione in radiochirurgia”.

leggi anche
COSENZA-BOGLIASCO
A1 femminile
Bogliasco, cinque reti di vantaggio non bastano: con il Cosenza finisce 7 a 7