Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A Sestri Levante meno tasse, niente Tasi per 5 mila famiglie e 3,2 milioni di interventi sul territorio foto

Dal fronte mare alle scuole, passando per le spiagge e il verde pubblico

Sestri Levante. “Un bilancio sano e virtuoso – dichiara Pietro Gianelli, vicesindaco e assessore al Bilancio – un taglio delle tasse sulla TASI di 1,5 milioni grazie al quale 5.000 famiglie sestresi non la pagheranno più; tariffe e imposte comunali inalterate; una spesa corrente ridotta senza tagliare i servizi essenziali, che stanno producendo grandi risultati, come il sociale e la raccolta differenziata al 71%”.

Questi gli aspetti principali del Bilancio preventivo 2016, approvato in Giunta Comunale e in discussione nel Consiglio Comunale del prossimo 30 aprile.

Entrando nello specifico, per quanto riguarda la Tasi, con le nuove norme previste dalla Legge di Stabilità, 5.000 famiglie sestresi non la pagheranno (tranne che per le abitazioni di lusso). Si tratta di 1,5 milioni in meno di tasse sul territorio comunale. L’Amministrazione lo scorso anno aveva deciso di applicare la Tasi sulla sola abitazione principale, azzerandola per tutte le altre tipologie di immobili: di conseguenza dal 2016 non si parlerà più di Tasi a Sestri Levante.

In merito all’Imu sono invece state confermate aliquote e detrazioni, comprese le agevolazioni al 4 per mille per gli immobili concessi in locazione con contratto a canone concordato (attraverso l’intermediazione dell’Agenzia Sociale per la Casa) e al 6 per mille per i locali commerciali locati mediante adesione al Patto d’Area. La novità di quest’anno è rappresentata dagli immobili dati in comodato d’uso a figli o genitori, per i quali è prevista una riduzione del 50% della base imponibile Imu.

Dopo il primo anno di applicazione del nuovo servizio di raccolta rifiuti e la contestuale chiusura della discarica comunale, i risultati sono molto positivi: si è passati dal 32,10% di raccolta differenziata al 71,27% (77% se si considerano i mesi da marzo a dicembre, vale a dire dall’entrata in vigore del nuovo sistema di raccolta rifiuti). L’Amministrazione, quindi, conferma le aliquote della Tari senza alcun incremento, mantenendo tutte le agevolazioni introdotte nel 2015.

Nessun incremento nemmeno per le tariffe dei servizi sociali, scolastici e di tutti i servizi pubblici a domanda individuale, che dovranno confrontarsi con l’aggiornamento degli schemi Isee previsti dalle normative nazionali. “Nel quadro complessivo, per il terzo anno consecutivo a Sestri Levante si pagheranno meno tasse, soprattutto sulla prima casa e si allevierà ulteriormente la pressione fiscale anche per i comodati d’uso”, precisa il vicesindaco.

Poi c’è tutta la parte relativa agli investimenti. Il 2016 ha già visto il completamento della prima porzione del nuovo fronte mare di Riva Trigoso, il completamento della ristrutturazione integrale di Palazzo Fascie, la sistemazione dell’area portuale utilizzata dai pescatori e a breve vedrà il riordino di piazza della Stazione. Per il corrente anno gli investimenti per le opere pubbliche saranno pari a 3,2 milioni di euro (sugli 11,6 milioni già definiti nel prossimo triennio 2016/2018).

La novità di quest’anno è rappresentata dalla realizzazione del Centro di Raccolta Differenziata e dal Mercato del Riuso in via Salvi (100.000 euro). L’Amministrazione ha inoltre confermato lo stanziamento, ormai divenuto strutturale, di 100.000 euro per la manutenzione della rete delle acque bianche, dei rii e dei torrenti, un impegno di mandato mai venuto meno in questi tre anni. Quest’anno verrà completato (75.000 euro) il secondo lotto di rifacimento del canale della Chiusa in via XXV aprile, migliorando in tal modo la prevenzione degli allagamenti del centro storico. Altre risorse importanti sono state destinate alla sistemazione della frana di Cascine.

Poi ci sono interventi nelle scuole. In particolare, entro l’anno, si completerà l’ampliamento della scuola in via Val di Canepa, (494 mila euro), verranno effettuati interventi sugli impianti dell’IIS Natta – Deambrosis con la sistemazione del campetto di calcio (40.000 euro) e adeguamenti strutturali dell’asilo nido (55.000 euro). Seicentomila l’impegno complessivo per scuole nuove, più sicure e più belle.

Lavori anche nel Parco Mandela, negli uffici comunali di piazza della Repubblica e alle Casette Rosse. Poi fronte mare e prolungamento della passerella pedonale del porto, manutenzione di spiagge, spazi pubblici e aree verdi.