Bimbi e arte

Un “Van Gogh” di 5 metri, realizzato dai bimbi genovesi

Genova. I cataloghi della mostra “dagli Impressionisti a Picasso”, rivisitati dai bambini delle scuole genovesi, oltre 400 coinvolti nell’iniziativa, seguiranno la mostra anche nella tournée giapponese per poi essere donati al museo di Chicago. Ad annunciarlo, a margine dell’inaugurazione del maxi tuo ritratto di Van Gogh, realizzato dagli studenti della scuola d’infanzia genovesi, Maria Fontana, responsabile dei servizi didattici di Palazzo Ducale.

“Questa attività ha avuto risultati di altissima qualità – ha spiegato Fontana – i cataloghi realizzati dai bambini sono veramente molto belli tanto che accompagneranno la mostra anche in Giappone, e poi saranno donati al museo di Detroit, dal quale provengono le opere in mostra a Genova”.

Oggi, intanto, al Ducale e’ stata inaugurata l’installazione collettiva dedicata all’autoritratto di van Gogh, che misura 5 metri x 5 ed è stata realizzata dai bambini delle scuole dell’infanzia comunali che si sono ispirati alla tecnica dell’artista americano Chuck Close.

L’immagine dell’autoritratto, enormemente ingrandita, è stata scomposta in moltissimi riquadri, piccole opere d’arte astratta che, viste da lontano, si mescolano tra loro con un effetto finale a metà strada tra il mosaico e l’immagine digitale.

“L’idea dell’autoritratto, ispirato alla tecnica di Close, e’ stata di un’artista che collabora con noi – spiega Fontana – e qui di abbiamo diviso il quadro in 2500 piccoli tasselli, di 10 cm di lato, che sono stati realizzati dagli oltre 400 bambini delle scuole di infanzia che hanno aderito al progetto”.