Scena muta

Uccide la moglie a Sestri Ponente, Ciro Vitiello non risponde al giudice

L'accusa è omicidio volontario

Omicidio a Sestri ponente: uccide la moglie con 5 colpi di pistola perché vuole lasciarlo

Non ha risposto alle domande del gip Ciro Vitiello, l’uomo di 65 anni che sabato scorso ha ucciso la moglie Rosa Landi di 59 anni con cinque colpi di pistola a Sestri Ponente.

Vitiello si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al gip Massimo Cusatti che ha convalidato l’arresto e ha applicato la misura di custodia cautelare in
carcere. Secondo il giudice che si è recato in carcere a Marassi per interrogarlo ci sarebbe il pericolo di reiterazione del reato. L’accusa è omicidio volontario senza aggravanti.

L’uomo, difeso dagli avvocati Stefania Fiore e Riccardo La Monaca, è apparso consapevole di ciò che ha fatto, ma non si è sentito ancora di parlare. “Voleva lasciarmi. Ho perso la testa” aveva detto agli agenti accorsi dopo la sua chiamata al 113.

leggi anche
Omicidio a Sestri ponente: uccide la moglie con 5 colpi di pistola perché vuole lasciarlo
Cronaca
Omicidio Sestri ponente, Rosa Landi non accettava le scappatelle del marito e voleva lasciarlo
albenga polizia droga controlli
Omicidio per gelosia
Sestri ponente, uccide la moglie con quattro colpi di pistola
Omicidio a Sestri ponente: uccide la moglie con 5 colpi di pistola perché vuole lasciarlo
Marzo scorso
Sestri Ponente, 18 anni di carcere per l’omicidio di Rosa Landi

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.