Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Torneo preolimpico: Italia in finale

Azzurre in splendida forma: dopo aver ottenuto la qualificazione olimpica conquistano ancora una vittoria

Bogliasco. Battuta la Russia 9 a 7 in semifinale: oggi alle ore 17,45 il Setterosa sfiderà gli Stati Uniti nella finale del torneo di qualificazione olimpica.

A Gouda le azzurre proseguono il percorso netto, superano la Russia per la seconda volta in tre giorni e dimostrano tenuta fisica e mentale. Nell’altra semifinale per i posti dal primo al quarto gli Stati Uniti battono la Spagna 13-7. Di Mario e compagne il biglietto per Rio de Janeiro 2016 lo hanno staccato sabato pomeriggio nei quarti di finale battendo il Canada 8-7. Con loro volano in Brasile anche Stati Uniti, Russia e Spagna. Erano già qualificate Australia, Brasile, Cina e Ungheria.

La cronaca. Batterie ricaricate e festa resettata. Partenza sprint e vantaggio di Garibotti dopo 34 secondi. Passa un altro minuto e Frassinetti fa 2-0 da boa. Zona vincente e 0 su 2 subiti in inferiorità; la Russia segna dopo 6’51” con Simanovich e Bianconi spedisce sul palo la prima superiorità numerica, ben procurata dal duo Tabani-Frassinetti.

Nel secondo tempo il primo gol in superiorità di Zubkova (fuori Radicchi, che poco prima aveva infilato l’incrocio dei pali di Ustyukhina) e la rimonta russa da 2-4 a 4-4, finalizzata con la controfuga vincente di Kuzina (14’51”), dopo un’altra superiorità italiana fallita. Poi Di Mario riporta avanti le calottine azzurre a metà gara.

Nel terzo periodo l’Italia spinge di più sull’acceleratore ma sempre senza rischiare troppo. Dopo 45 secondi Bianconi lascia partire una morbida palomba sul finire del possesso palla che si infila comodamente in rete e quattro minuti dopo Queirolo la imita per il massimo vantaggio (8-4); fra di loro il gol di Tabani con un tiro alla Di Mario.

Tabani e Garibotti iniziano il quarto tempo con due falli ciascuna. Nell’ottava occasione in più Gorbunova fa 5-8 (26’36”); Karimova fa 7-9, prima con una carambola fortunata e poi con un gran tiro dai sei metri (28’20” e 31’16”), ma il gol di Bianconi (un’altra dolce palomba) basta a condurre in porto il match.

Il commento del ct Fabio Conti: “Era importante vincere nuovamente con la Russia perché sarà un avversario che ritroveremo a Rio e perché volevamo fortemente arrivare in finale. Ho detto alla squadra che da questa mattina la testa deve essere rivolta all’Olimpiade. Domani c’è una finale da giocare con gli Stati Uniti, la squadra un gradino sopra tutte le altre tra le otto qualificate in Brasile, che anche qui ha fatto un percorso netto. Dobbiamo abituarci a questo tipo di situazioni e questo è quello ci serve. Giocare l’ottava partita, non nelle massime condizioni, e tirare fuori il meglio. E’ ciò che mi aspetto dalle ragazze che, invece, oggi erano partite nei primi due tempi ancora con la testa ai festeggiamenti di ieri. So che non è facile ma abbiamo bisogno di voltare pagina e di utilizzare tutto questo torneo, così come i prossimi impegni e i prossimi collegiali”.

Il tabellino:
Russia – Italia 7-9
(Parziali: 1-2, 3-3, 0-3, 3-1)
Russia: Ustyukhina, Zubkova 1, Prokofyeva, Karimova 2, Borisova, Gorbunova 1, Kuzina 1, Simanovich 1, Timofeeva, Soboleva, Ivanova 1, Grineva, Karnaukh. All. Alexander Gaidukov.
Italia: Gorlero, Tabani 1, Garibotti 1, Queirolo 1, Radicchi 1, Aiello, Di Mario 1, Bianconi 2, Emmolo, Pomeri, Cotti 1, Frassinetti 1, Teani. All. Fabio Conti.
Arbitri: Rotsart (Usa), Mercier (Fra)
Note. Nessuna uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: Italia 0 su 2, Russia 2 su 9.