Quantcast
La nuova sede

Sviluppo Genova si trasferisce nei vicoli. Il sindaco Doria: “Il centro storico rivive”

Genova. Cambiamento di sede per Sviluppo Genova SpA, la società pubblico-privata nata per dare una risposta alle dismissioni industriali nel Ponente della città. I 21 dipendenti sono stati trasferiti da via Martin Piaggio a via San Giorgio 1, proprio nel cuore del centro storico.

La nuova sede, presentata stamani dal presidente della società Franco Floris con il sindaco Marco Doria, frutto di un investimento da 400 mila euro per ristrutturare l’immobile, farà risparmiare 80 mila euro di affitti all’anno che precedentemente la società pagava per la vecchia sede.

“La razionalizzazione delle società comunali va avanti. E’ un progetto di trasferimento che il Comune ha proposto alla società, Sviluppo Genova ha accettato, per fare vivere il centro storico con nuove persone che lavorano – sottolinea Doria – le questioni più importanti che Sviluppo Genova sta seguendo sono relative alla viabilità del Ponente cittadino, il prolungamento della strada a mare, il raccordo con lo svincolo autostradale di Cornigliano e l’aeroporto, con i grandi assi viari della Valpolcevera”.

“Una grande opportunità che ci ha dato il Comune di Genova, un esempio positivo da portare avanti, – commenta
Floris – ci siamo trasferiti in muri di proprietà comunale dove prima c’era la vecchia scuola Garaventa. Sono convinto che anche gli altri piani del palazzo di via San Giorgio si riempiranno presto di nuove attività”. Tra i progetti più importanti che Sviluppo Genova sta seguendo il ‘lotto 10’ per collegare la strada a mare di Cornigliano con l’uscita autostradale dell’aeroporto e poi con il parco tecnologico degli Erzelli.

Il rinnovamento di lungomare Canepa è stato frenato dal ricorso al Tar presentato dall’azienda arrivata seconda nella gara d’appalto. “Ma entro 20-30 giorni – ha detto Floris – vogliamo risolvere il problema per aprire subito il cantiere”. Entro fine 2016 sarà messo a gara il progetto del giardino lineare in fregio alla strada di scorrimento a mare a Cornigliano, il fine lavori è previsto entro il 2017, tra Cornigliano e la nuova arteria nascerà un’area verde con colline naturali, giardini giapponesi e una pista ciclo pedonale lunga 400 metri.