Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie D: Santa Sabina avanti nei playoff, bene Rapallo nei playout

Genova. Seconda giornata di playout e playoff spezzatino per la Serie D di pallavolo maschile; in Liguria disputate poche gare, che smuovono la classifica ma lasciano ampio spazio a possibili cambiamenti, quando il sistema tornerà alla sua regolarità.

Nei playoff si conferma vincente la Avis Futura Bertoni, che infligge al Loano volley la seconda sconfitta in due giornate; il 3-0 (25-8, 25-19, 25-22) con cui i padroni di casa si sono imposti non ha lasciato margini agli ospiti pur in crescendo e capaci, nel terzo set, di impensierire il team che ora si trova in vetta alla classifica.

Tiene però il ritmo la Santa Sabina, che a Genova Quarto supera in quattro set (25-23, 25-12, 24-26, 25-17) il Celle Varazze volley. I genovesi raggiungono così a quota 6 punti la Futura Bertoni, impedendo a Celle Varazze di fare lo stesso; in classifica manca ancora lo scontro tra Admo volley e Barbudos Albenga, entrambe ferme a 0 punti.

Tre sole gare su quattro, invece, quelle disputate nei playout; i Golfi di Alassio – Diano proseguono la corsa salvezza con la seconda vittoria del girone e si portano al secondo posto, superando in quattro set la Villaggio volley; ad Alassio i padroni di casa partono bene, cedono nel terzo set e soffrono fino ai vantaggi nel quarto, aggiudicandoselo infine per 27-25 e conquistando così i tre punti.

Non si fa attendere la Adpsm2013 Rapallo, che vince e tiene botta nella parte alta della classifica: contro la Avis Carcare la gara non è facile, ma i quattro set (25-20, 25-20, 19-25, 25-23) sono sufficienti e Rapallo porta a casa punteggio pieno. Per Carcare la classifica si complica, visto che conferma il penultimo posto.

Disputata anche la gara della sesta giornata tra Maremola volley e Luni project; i padroni di casa strappano il primo set 29-27, dimostrando una gran concentrazione, ma calano e crollano nei passaggi successivi, cedendo la gara per tre set a uno (29-27, 19-25, 20-25, 16-25) contro i fortissimi avversari del Levante, che adesso si trovano al primo posto della classifica.