Quantcast
Calcio femminile

Serie C: il Ligorna rifila 12 reti al malcapitato Cisanorisultati

Nona partita e nona vittoria per le gialloblù

Ligorna

Genova. Il Ligorna centra la nona vittoria consecutiva e continua nella sua striscia positiva che la vede sempre più leader della classifica della Serie C ligure.

Questa volta a farne le spese è un malcapitato Cisano uscito dal campo genovese sotto una pioggia di gol. A parziale giustificazione del pesante punteggio subito è doveroso rilevare come le ragazze di mister Claudio Piccardo, nonostante si siano presentate con formazione giovane, molto rimaneggiata e a ranghi ridottissimi, abbiano comunque disputato la loro partita ben contenuta nel primo tempo prima di crollare nella ripresa sotto le incessanti iniziative delle gialloblù di casa.

Capolista che fin dalle battute iniziali prende possesso del campo imponendo un gioco aperto, compatto e ispirato da buone geometrie arrivando quasi sempre a rendersi pericolosa sia sottoporta, con azioni manovrate, che da fuori. Alla fine il tabellino parla chiaro: una dozzina sono i gol, cinque i legni della porta avversaria colpiti e almeno altre sei azioni da gol sprecate o sfumate all’ultimo.

Nel primo tempo vanno a segno Profumo, con una pronta girata, Calcagno con un facile tap-in dopo la seconda traversa di Bettalli e Cafferata che si riscatta dopo un’occasione d’oro sprecata, andando a piazzare con tiro preciso nell’angolo basso dopo essersi liberata in area.

Gli attacchi del Cisano in questa prima frazione si riducono ad una conclusione altissima e un tiro da fuori che non impensierisce Denevi, chiamata a sostituire già dal 26° una Cenname fuori per risentimento muscolare.

La ripresa risulta a senso unico e anche se le ospiti provano a rendersi pericolose con la bella e giovane coppia d’attacco Basso-Giusto, la compagine di mister Morin è una minaccia costante ad ogni affondo. Per la difesa ingauna si fa dura: pochi minuti e Cafferata fa doppietta con un gran tiro all’incrocio. Un minuto dopo Profumo mette dentro in anticipo sull’uscita del portiere.

Entra Fracas e per lei una nuova tripletta dopo quella del giorno prima in Juniores. Ancora bomber Profumo firma il suo personale poker superando prima il portiere con un tocco morbido e chiudendo poi, sotto misura, un ottimo triangolo Fallico-Fracas-Cama.

Quest’ultima viene ricambiata dalla ripartenza Profumo-Battistutta e mette in rete togliendosi la soddisfazione del suo primo gol. All’ultimo giro di orologio una tenace e ottima Bettalli prova ancora al volo dal limite ma, a portiere battuto, si porta a casa solamente il premio deòl terzo legno colpito.

Senza recupero segue il triplice fischio di Rogai della sezione di Genova che ha ben arbitrato un match comunque facile e corretto.

Volutamente tenuto a parte l’evento più importante della giornata, il ritorno al calcio giocato di Zambrano, dopo un calvario di infortuni durato un anno e mezzo. L’attaccante ha fatto finalmente ingresso sul campo al 12° del secondo tempo e dopo un quarto d’ora ha pure ritrovato la via del gol liberandosi in area con finta sul difensore e collocando la sua conclusione, forte e precisa, nell’angolino basso, imprendibile per il portiere.

Riassumendo, sono andate a segno nel primo tempo Profumo all’8°, Calcagno al 19°, Cafferata al 27°; nel secondo tempo Cafferata al 5°, Profumo al 6°, Fracas all’11°, Fracas al 23°, Zambrano al 27°, Fracas al 29°, Profumo al 30°, Prufumo al 33°, Cama al 38°.

Il Ligorna ha giocato con Cenname (p.t. 26° Denevi), Olmetti, Cafferata, Bettalli, Battistutta, Coli (s.t. 19° Mazzantini), Boero (s.t. 16° Cama), Bottin (s.t. 12° Zambrano), Profumo, Fallico, Calcagno (s.t. 7° Fracas); a disposizione Simosis, Di Blasi.