Porto: ecstasy e droga dello stupro in valigia, arrestato - Genova 24
Da barcellona a genova

Porto: ecstasy e droga dello stupro in valigia, arrestato

Quasi 2000 pastiglie e 300 grammi di ketamina per 60.000 euro

ecstasy ketamina sequestro porto genova

Genova. Quasi duemila pasticche di ecstasy e tre etti di ketamina, potente allucinogeno meglio conosciuto come “droga dello stupro”. E’ quanto nascondeva in macchina un 33enne italiano, sbarcato a Genova dal traghetto proveniente da Barcellona. E’ stata la stessa auto e lo stato di forte agitazione del giovane a insospettire i militari della guardia di Finanza in servizio ieri in porto. Di qui l’ispezione accurata del mezzo e dei bagagli trasportati con l’ausilio delle unità cinofile.

All’interno di un borsone i finanzieri hanno trovato 1908 pasticche di ecstasy per un peso di 600 grammi, 7 rotoli di cellophane, una macchina per il confezionamento sottovuoto, un flacone in cui erano stati abilmente nascosti 300 grammi di ketammina, il potente allucinogeno, tristemente noto come droga dello stupro per i suoi effetti di temporanea riduzione delle capacità di memoria.

Il valore al consumo delle sostanze sequestrate è di circa 60.000 euro. L’uomo, in evidente stato di alterazione psico-fisica, è stato condotto all’Ospedale Villa Scassi per essere sottoposto ad analisi che hanno poi confermato l’uso di cannabis, e per cui gli è stata ritirata la patente. Il 33enne è stato quindi arrestato per traffico di stupefacenti.

leggi anche
pasticche ecstasy 2
Beccato
Da Barcellona a Genova in nave: nel borsone oltre 2 mila pasticche di ecstasy
polfer
Genova
Ecstasy e hashish in tasca, stava tornando da un rave carico di droga: 20enne in manette a Genova
ecstasy
Cronaca
Da Genova ecstasy e una nuova droga sintetica per rave e discoteche del nord: 4 giovani in manette
spinello
A cornigliano
Minorenne beccato con marijuana, i genitori aggrediscono i carabinieri per farlo scappare
marijuana
Genova
Minacce di morte per la droga non pagata: arrestato 29enne
spaccio cornigliano
2 arresti
Feste a base di droga, la convivente non ci sta e chiama la polizia