Quantcast
Sanità

Razionalizzazione della sanità: intesa tra Asl 3, 4 e ospedali

Asl, Galliera, Evangelico, San-Martino-Ist e Gaslini studieranno insieme soluzioni per ottimizzare l'impiego delle risorse

Genova. Sinergie per ottimizzare le risorse, razionalizzando i percorsi diagnostico-terapeutici. E’ il contenuto dell’accordo triennale, deliberato dal commissario straordinario della Asl3 Luciano Grasso, tra l’azienda sanitaria genovese, l’Asl 4 Chiavarese e gli ospedali Galliera, Evangelico, San Martino-Ist e Gaslini di Genova.

Si tratta di una maxi operazione per il riordino della sanità, effettuata su mandato della Regione Liguria. L’accordo si inquadra nella programmazione ligure che individua tre aree ottimali territoriali: Ponente, Metropolitana e Levante. Le parole d’ordine di Grasso sono “integrazione, percorsi comuni, anche attraverso collaborazioni interdipartimentali e interaziendali”.

Asl 3 Genovese, Asl 4, Galliera, Evangelico, San-Martino-Ist e Gaslini di Genova studieranno insieme soluzioni per ottimizzare l’impiego delle risorse strumentali e professionali, razionalizzando i percorsi diagnostico-terapeutici.

L’accordo fa riferimento in particolare a sinergie per area materno infantile, attività chirurgiche (ortopedia, urologia e chirurgia plastica), riabilitative, cardiologiche, di medicina, di oculistica, gestione delle attività di diagnostica di laboratorio e trasfusionale, attività farmaceutiche, economali e logistiche.

leggi anche
  • Politica
    Sanità, varati gli indirizzi operativi per le attività sociosanitarie 2016
  • Stati generali
    Sanità verso la riforma, la Liguria punta sul digitale
  • Libro bianco
    Sanità Liguria, Toti: “Il privato aiuterà il pubblico. Riforma nei tempi promessi”