Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Primavera Cus Genova: quinta vittoria e primato in classifica risultati

La formazione allenata da Stefano Bordon si prende la rivincita sugli avversari romani

Genova. Aria di primavera. Passateci il gioco di parole, perché il Cus Genova continua a vincere e, soprattutto, a convincere, centrando la quinta vittoria consecutiva. E domenica 20 marzo, primo giorno di primavera, al “Carlini” la vittima di turno è stata proprio la Primavera Rugby di Roma, l’unica formazione che era riuscita a sconfiggere la formazione biancorossa nel girone d’andata di questa poule per la salvezza.

Ben altra musica due giorni fa, con il Cus quasi sempre nella metà campo avversaria, come conferma il punteggio finale di 32 a 3, con tanto di bonus per la quarta meta segnata. Non solo. Con questo successo il team genovese, oltre a vendicare il risultato dell’andata, supera la stessa formazione romana in testa alla classifica e distanzia ulteriormente le posizioni a rischio della graduatoria.

Ed ora? Terminati i festeggiamenti, il calendario prevede una trasferta a Milano, due partite in casa contro Prato Sesto e Cus Roma, e una trasferta a Perugia a fine aprile, tutte squadre già battute all’andata. L’ideale per continuare questo trend ampiamente positivo.

Le insidie sono sempre dietro l’angolo, soprattutto quelle che meno ti aspetti, ma basta vedere giocare il quindici allenato da Stefano Bordon per cancellare molti, eventuali, dubbi. Negli ultimi mesi, grazie anche al recupero di molti infortunati, la squadra è aumentata in autorevolezza in tutti i reparti, dalla mischia alla touche, e anche la precisione sui calci da fermo è notevolmente aumentata.

Tutto bene, quindi? Forse sì, ma sicuramente c’è da torcersi le mani pensando a quanti punti sono stati buttati al vento nella prima fase di campionato. Anche per questo non bisogna mollare proprio adesso, ma continuare il processo di maturazione e di crescita nei vari reparti, affinché certe manchevolezze non si verifichino più in futuro. Perché, nello sport come nella vita, chi non si migliora resta inevitabilmente indietro.

Si parte con dieci minuti di ritardo ed è subito la squadra di casa che batte cassa; prima due calci piazzati, di cui solo uno va a bersaglio, e poi un susseguirsi di mischie e pick and go al 19° porta i pesantissimi avanti casalinghi a poggiare l’ovale oltre la linea. La seguente trasformazione fissa il punteggio sul 10-0.

La Primavera non demorde ed impegna la squadra di casa con una serie di giocate veloci, che però fruttano al 22° solo 3 punti, gli unici segnati dagli ospiti. La fine del primo tempo è ancora appannaggio dei padroni di casa che ottengono ancora un calcio di punizione, trasformato, e, sempre con la mischia ordinata ben gestita dall’esperto pilone De Gregori, riescono ad ottenere una meta tecnica, anch’essa trasformata per il 17-3.

Il secondo tempo vede un maggior equilibrio in campo, ma è sempre Genova a tenere in mano il gioco. Dopo 10 minuti segna ancora una meta, trasformata da Borzone per il 27-3. Da qui inizia un’altra partita. La Primavera si accende, più combattiva ed efficace, arrivando per due volte vicino alla segnatura. Va reso merito al Genova di non aver lasciato spazi ed aver chiuso la partita con la conquista del bonus con la meta al 39° del secondo tempo, fissando definitivamente il punteggio sul 32 a 3.

Il tabellino:
Cus Genova – Primavera Rugby 32-3 (p.t. 17-3) (punti: 5-0)
Cus Genova: Cipriani, Salerno, Barani, Heymans, Ciranni, Borzone, Garaventa (s.t. 5° Cattaneo), Bertirotti, F. Imperiale, Maccari (s.t. 1° Barry), P. Imperiale, Dell’Anno, D’Amico, Perini, De Gregori. All. Bordon.
Primavera Rugby: Condemi, D’Ottavio (s.t. 18° Alessi), D’Angelo, Giulio (p.t. 22° Ventola), Riitano (s.t. 30° Marigo), Bonavolontà, Callori Di Vignale, Belloni (s.t. 11° Gasperini), Corcos, Gabbuti, Di Martino, Cavallini (s.t. 22° La Greca), Di Resta (p.t. 30° Carlesimo), Perissa (s.t. 20° Urbanetti), Sbarigia (s.t. 28° Marchegiani). All. Alverà.
Arbitro: Bolzonella (Cuneo).
Marcature: p.t. 4° cp Borzone (3-0), 20° meta Maccari tr Borzone (10-0), 25° cp Riitano (10-3), 28° cp Borzone (13-3), 38° meta tecnica Genova tr Borzone (20-3); s.t. 10° meta Ciranni tr Borzone (27-3), 39° meta Cattaneo (32-3).
Cartellini gialli: p.t. 35° Carlesimo.

Nella foto: Massimiliano Borzone.