Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Nenê risponde due volte a Caputo: tra Entella e Spezia finisce in parità risultati

In un "Comunale" tutto esaurito il derby ligure riserva forti emozioni

Chiavari. Pareggio era stato all’andata, pareggio è stato questo sera. Ma se lo scorso 31 ottobre al “Picco” le reti erano rimaste inviolate, così non è avvenuto a Chiavari.

In un “Comunale” stracolmo di entusiasmo, finalmente tutto esaurito, i biancocelesti hanno impattato 2 a 2 con la corazzata Spezia, compagine che li precede di 2 punti ed era reduce da un bottino di 24 punti conquistato in 10 turni.

I chiavaresi si sono portati per due volte in vantaggio, andando vicini all’ennesima impresa di una stagione che, comunque andrà a finire, per una squadra che è stata riammessa in extremis in Serie B ed è stata costruita con l’intento di salvarsi, sarà memorabile. Dopo cinque vittorie consecutive sul campo di casa l’Entella deve accontentarsi di un pareggio, ma, considerata la caratura dell’avversaria, può essere considerato un risultato ampiamente positivo.

Alfredo Aglietti manda in campo i suoi con il 4-3-1-2: Iacobucci; Keita, Pellizzer, Ceccarelli, Iacoponi; Staiti, Troiano, Sestu; Masucci; Caputo, Di Carmine. A disposizione ci sono Paroni, Benedetti, Sini, Zanon, Costa Ferreira, Coppola, Di Paola, Cutolo, Otin Lafuente.

Lo Spezia condotto da Domenico Di Carlo gioca con il 4-3-3 con Chichizola; De Col, Terzi, Postigo, Migliore; Sciaudone, Errasti, Acampora; Catellani, Piccolo, Nenê. Le riserve sono Sluga, Tamas, Valentini, Juande, Vignali, Kvrzic, Misic, Calaiò, Ciurria.

Arbitra Federico La Penna della sezione di Roma 1, assistito da Pasquale De Meo (Foggia) e Marco Citro (Battipaglia); quarto uomo Alessandro Prontera (Bologna).

Nei primi minuti di gioco le due squadre si affrontano a ritmi molto elevati. Al 6° l’Entella passa in vantaggio: Terzi sbaglia il retropassaggio per Chichizola, Caputo si inserisce, anticipa il portiere e lo batte con un tocco morbido e preciso.

Gli aquilotti reagiscono immediatamente, andando al tiro con Acampora dal limite dell’area: Iacobucci para a terra. Al 12°, però, è ancora l’Entella a rendersi pericolosa: Postigo e Chichizola rischiano nuovamente il pasticcio, ma gli ospiti riescono ad evitare il peggio.

Al 20° Chichizola lancia Catellani, da questi a Piccolo che si trova in ottima posizione nell’area chiavarese, ma al momento del tiro viene anticipato da Keita che spazza in corner. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina Piccolo tocca per Acampora che dal limite dell’area chiama alla parata Iacobucci.

L’Entella torna a farsi avanti al 25°: punizione di Troiano, in area respinge Nenê; i padroni di casa chiedono il tocco di mano ma l’arbitro fa proseguire. Masucci va al tiro, Chichizola blocca. Lo Spezia prova a spingere ma la retroguardia di mister Aglietti è solidissima. Sciaudone crossa, Iacobucci esce in presa e fa sua la sfera.

Al 33° il primo cartellino giallo: ne fa le spese Acampora per un intervento falloso su Sestu. Al 36° i biancocelesti vanno vicinissimi al raddoppio: Caputo serve Masucci che in area impatta di testa da posizione ravvicinata, Chichizola con un gran riflesso respinge.

Al 40° Terzi sbaglia il disimpegno, Di Carmine si impossessa del pallone, cerca Caputo ma l’assist è troppo lungo. Un minuto dopo Sestu fa partire un fendente dai venticinque metri sul quale Chichizola si supera ancora, arrivando a togliere il pallone indirizzato nel sette.

Keita al 44° reagisce male dopo un contatto con Sciaudone e viene ammonito. Finisce senza recupero un primo tempo che ha visto l’Entella sfiorare in più occasioni il raddoppio e per contro ha contenuto ottimamente le sfuriate degli attaccanti spezzini, pericolosi soltanto in un’occasione. Dopo il duplice fischio viene ammonito Sciaudone in un parapiglia sotto la tribuna centrale.

Nella ripresa lo Spezia parte determinato. Al 2° Migliore dalla sinistra mette in area un pallone sul quale Piccolo irrompe con prontezza: il suo tiro sfiora l’incrocio dei pali. Al 6° i bianconeri pareggiano: ancora un traversone di Migliore, Nenê da due passi trova il tocco vincente: 1 a 1.

L’Entella protesta per la posizione dell’attaccante chiedendo il fuorigioco, ma ha il merito di dimenticare in fretta l’episodio e al 10° torna in vantaggio. Caputo raccoglie un cross di Sestu rimpallato dalla difesa ospite e in mezza girata batte Chichizola con un tiro a fil di palo: 2 a 1.

I padroni di casa, sulle ali dell’entusiasmo, insistono: al 16° tiro a giro di Staiti che termina di poco a lato della porta spezzina. Poco prima nello Spezia Pulzetti aveva preso il posto di Acampora; al 17° Calaiò sostituisce Catellani.

Lo Spezia si getta in avanti ma fatica ad impensierire la difesa locale. Al 21° dispone di un calcio d’angolo, Piccolo crossa teso in area e la difesa chiavarese sventa. Al 23° cartellino giallo all’indirizzo di Errasti, reo di un fallo da dietro su Di Carmine.

Al 27°, però, gli ospiti riescono a colpire. Cross di uno scatenato Piccolo, in area Nenê riceve, controlla e con un tocco preciso trafigge Iacobucci. Il risultato è nuovamente in parità.

Aglietti sostituisce Masucci con Costa Ferreira al 29° e Caputo con Cutolo al 38°. Le due squadre, però, appaiono stanche ed anche appagate per quanto accaduto. Al 42° tra gli spezzini Valentini sostituisce Piccolo. Nei tre minuti di recupero non accade nulla di rilevante.

Lo Spezia porta a undici risultati la propria serie positiva; l’Entella a sua volta la porta a sette. In classifica i chiavaresi raggiungono Cesena e Pescara, ma alle loro spalle Brescia e Bari incalzano. Lunedì sera, quando sarà terminato il 32° turno, potranno esaminare con chiarezza la situazione.

Nel frattempo, quota 50 punti, individuata come obiettivo da raggiungere per la salvezza, è ad un solo passo. E restano da giocare ancora 12 partite. L’Entella può entrare nei playoff, anche questa sera lo ha dimostrato; sabato 26 marzo, a Como, cercherà i 3 punti per continuare a sognare questo traguardo.