Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Milano-Sanremo: gli undici fuggitivi hanno un vantaggio di poco superiore ai 5 minuti

La deviazione in autostrada provoca un aumento della distanza di gara: 295 chilometri

Arenzano. Si è corso a gran ritmo nei primi frangenti della 107ª Milano-Sanremo, grazie ad una giornata ottimale dal punto di vista climatico. Le prime 2 ore di corsa sono state percorse a 43,7 km/h di media, dopo una prima ora alla “folle” andature di 47 km/h.

Il percorso, però, sarà più lungo del previsto: 295 chilometri, anziché i 291 preventivati. A causa della frana sulla via Aurelia ad Arenzano e il passaggio sull’autostrada, il tragitto è stato allungato.

Dopo 13 chilometri di gara sono fuoriusciti dal gruppo undici atleti, che stanno dando vita ad un’iniziativa tuttora in corso.

Si tratta di Matteo Bono (Lampre Merida, 142), Samuele Conti (Southeast Venezuela, 185), Marco Coledan (Trek-Segafredo, 244), Gediminas Bagdonas (AG2R La Mondiale, 12), Serghei Tvetcov (Androni Sidermec, 27), Jan Barta (Bora Argon 18, 61), Adrian Kurek (CCC Sprandi Polkowice, 83), Roger Kluge (IAM Cycling, 135), Andrea Peron (Team Novo Nordisk, 226), Mirco Maestri (Bardiani CSF, 44), Maarten Tjallingii (Team Lotto NL Jumbo, 215). Cinque italiani, un lituano, un romeno, un ceco, un polacco, un tedesco, un olandese.

Come da copione, con il passare dei chilometri il vantaggio dei fuggitivi inizia a ridursi. Le squadre dei favoriti si mettono in testa al gruppo ed iniziano a tirare, per evitare di lasciare troppo spazio ad un’iniziativa che, vedendo protagonisti ben 11 corridori, rischia di essere pericolosa. In particolare, conduce la Tinkoff, la formazione di Peter Sagan; in seguito viene supportata dal Team Katusha di Alexander Kristoff.

Il margine di vantaggio, che aveva superato i 10 minuti, dopo 95 chilometri di gara è sceso a 7’25”. Dopo 106 chilometri il divario è di 7’40”. Il distacco, quindi, si assesta intorno agli 8 minuti.

Inizia la salita del Passo del Turchino; a Campo Ligure si effettua il rifornimento. I fuggitivi affrontano la salita a buon ritmo e sempre compatti, ma al termine della discesa il loro vantaggio sul gruppo si è ridotto a 6’40”. Al casello di Genova Voltri gli undici battistrada hanno 5’55” di margine sul resto del plotone, che procede compatto.

Alle 14,06, dopo 4 ore esatte di corsa, i corridori sono ad Arenzano. Hanno percorso 166,5 chilometri; ne restano da percorrere 128,5. Tra i fuggitivi e il gruppo ci sono 5’15”. La media, quindi, si è abbassata rispetto alla mattinata: si viaggia ai 41,6 km/h.