Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Italia regola senza problemi la Nuova Zelanda; domani c’è la Russia

Il bilancio delle azzurre è di tre vittorie e un pareggio

Rapallo. Il Setterosa serve il tris. Nella quarta giornata del torneo di qualificazione olimpica a Gouda batte la Nuova Zelanda per 12 a 3 e centra il terzo successo.

Partita risolta nei primi due tempi: 6-0 dopo 9’30” e 9-2 a metà gara. Ad una giornata del termine della fase preliminare guida il gruppo B con 7 punti insieme alla Russia e domani, venerdì 25 marzo, alle 16,30 c’è l’incontro diretto che vale il primato del girone e deciderà gli incroci nei quarti di finale.

Questa mattina la Russia ha strapazzato la Francia per 10-2 accelerando nel terzo tempo (3-2 a metà gara, poi 5-0 e 2-0 i parziali). Nell’altra partita del gruppo B l’Olanda affronta la Germania alle 18,30.

La cronaca. Pronti, via e l’Italia fa 6-0 in nove minuti e mezzo. Apre e chiude Emmolo la serie: il primo gol in confrofuga dopo 3’14”. La più pericolosa della Nuova Zelanda è Harman che firma la doppietta nel secondo periodo; tra i due gol, Frassinetti strappa gli applausi con la rovesciata vincente dal centro (11’26”).

Nel terzo tempo, dopo il 10-2 di Frassinetti in superiorità (doppietta anche per l’azzurra), cala il ritmo e l’Italia non è più incisiva come nelle partite precedenti. Il terzo sigillo neozelandese, al minuto 23’34” di gioco, è di Dance, che poi uscirà per limite di falli nel quarto tempo.

Nell’ultimo periodo Emmolo (che firma la tripletta personale) e Aiello (che si riscatta subito dopo una controfuga fallita) fissano il risultato.

Il tabellino:
Italia – Nuova Zelanda 12-3
(Parziali: 5-0, 4-2, 1-1, 2-0)
Italia: Gorlero, Tabani 1, Garibotti 2, Queirolo 1, Radicchi, Aiello 1, Di Mario, Bianconi 1, Emmolo 3, Pomeri 1, Cotti, Frassinetti 2, Teani. All. Conti.
Nuova Zelanda: Miucich, Mason, N. Lewis, Ferigo, S. Lewis, Harman 2, Boyd, Lopes Da Silva, Stoneman, Carevic, Bowry, Dance 1, Young. All. Winstanley-Smith.
Arbitri: Baty (Rsa), Teixido (Spa)
Note. Uscita per limite di falli Dance nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 4 su 10 più 1 rigore segnato, Nuova Zelanda 0 su 4.