Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ligorna e Lavagnese: tre punti d’oro risultati

I biancoblu vincono nel finale col Derthona e vedono la salvezza; i ragazzi di Dagnino battono il Pinerolo e continuano a sperare nella promozione. Reti bianche fra Bellinzago e Sestri Levante

31^ Giornata di campionato in Serie D. Un turno contraddistinto dal maltempo: la neve ha infatti costretto a rimandare ben 3 incontri, fra i quali spicca Castellazzo – RapalloBogliasco, unica genovese a non giocare oggi.

Le altre tre compagini si comportano bene incassando punti per i rispettivi obbiettivi di campionato.

La Lavagnese “vendica” i cugini di Rapallo andando ad espugnare il “Luigi Barbieri” di Pinerolo rosicchiando così due punti sullo Sporting Bellinzago (che però ha una partita in meno). I bianconeri mettono in chiaro fin da subito che sono venuti a Pinerolo per vincere e al 12° passano in vantaggio con Oneto, ben servito da Garrasi. Il difensore riceve palla, entra in area e batte Zaccone a tu per tu.

Il Pinerolo prova a rimettersi in gara, scoprendosi troppo. Al 14° Di Pietro calcia, ma la sfera termina a lato. Dieci minuti dopo si fa vedere Croci che trova la schiena di Grancitelli. La replica piemontese è affidata proprio a Grancitelli che stavolta trova Garrasi a sbarrargli la strada. Poco dopo Sardo trova la risposta pronta di Parma che non si fa sorprendere. Lo stesso numero 10 dovrà uscire poco dopo l’inizio della ripresa per Pautassi che cerca immediatamente di mettersi in luce, Parma blocca. Arriva al 54° il raddoppio della Lavagnese grazie  a un ispirato Balestrero che fa tutto da solo, salta un paio di uomini, si prepara e fulmina Zaccone.

Al 70° ancora Pautassi chiama in causa Parma che deve compiere gli straordinari con un grande intervento in tuffo. All’81° Dalla Costa protegge palla, si libera e lascia partire un gran destro che trova Parma ancora pronto. Un minuto dopo il Pinerolo accorcia con Tonini bravo e lesto a ribadire in rete una palla che danza in area dopo un calcio d’angolo.

Replica immediata di Balestrero che se ne va da solo, ma a tu per tu con Zaccone si fa ipnotizzare e calcia addosso all’estremo difensore. Al 91° Damiani ha l’occasione per chiudere definitivamente i giochi, ma ancora una volta Zaccone è perfetto in uscita e chiude lo specchio della porta. Non cambia più il risultato e la Lavagnese ora è a -5 dalla vetta occupata da una Caronnese non brillante come qualche settimana fa (i sei gol alla Novese francamente non sono probanti).

Il Sestri Levante ottiene un buon punto sulla seconda della classe, lo Sporting Bellinzago, squadr imbattuta da ben due mesi. Partono meglio i corsari che al 4° con Marinai sfiora il vantaggio. Il centrocampista rossoblu ruba palla a Cacciatore, salta il portiere Lentini che, però rinviene su di lui e salva la porta dei novaresi. Sul corner che ne segue è ancora Marinai a provarci, ma la palla non inquadra lo specchio.

La replica gialloblu è affidata a Rolando e Montante, che non riescono tuttavia a rendersi realmente pericolosi per Stancampiano. La vera occasione da rete arriva sul finire di tempo con Coviello che calcia a botta sicura, ma il numero uno corsaro para di riflesso con un piede.

Nella ripresa la partita vive molto a metà campo, i portieri si limitano a recuperare e rimettere i palloni in gioco, con gli attaccanti che rimangono a secco di gol. L’unica occasione capita a Owusu che dai 25 metri calcia di potenza, Lentini vola e salva. L’ultima occasione è comunque dei sestresi con Marinai che calcia di potenza, deviazione di Emiliano e palla sulla traversa.

I corsari sono in piena corsa playoff, anche se il Pinerolo è a 7 punti, il pareggio odierno, contro una squadra di tutto rispetto, consente a Raimondi di poter ancora sperare nell’aggancio.

Il gran colpo di giornata lo mette a segno il Ligorna che in casa vince di misura contro il Derthona, squadra finora in gran forma. Si tratta del quarto risultato utile nelle ultime cinque partite, in cui l’unica sconfitta è arrivata contro la Lavagnese nel derby di mercoledì.

La vittoria contro i piemontesi potrebbe rivelarsi decisiva, visti i risultati dagli altri campi, con Vado  bloccato sul 2-2 dal Bra e la Pro Settimo sconfitta nel derby con il Chieri. Ora i punti sulla zona playout sono 7, un tesoretto da amministrare con oculatezza e attenzione.

Con il Derthona la partita è equilibrata, i lenocelli non hanno ormai molto da chiedere alla propria stagione, che li ha visti per qualche tempo gravitare anche in zona playoff, ma che giocano senza pensieri. Al 37° infatti El Khayari si trova a tu per tu con Dondero che risponde presente e chiude ogni varco alla propria porta. I biancoblu al contrario manifestano una certa paura di vincere, orchestrando ottime manovre fino agli ultimi 20-15 metri quando spesso le azioni si concludono con un nulla di fatto. Tanto è vero che nel primo tempo non ci sono tiri in porta dei genovesi.

Nella ripresa partono tonici i ragazzi di Pandiscia, che però si spengono velocemente e danno fiducia al Derthona che alza il baricentro. Al 53° Valenti si esibisce in una girata rapida, ma il tiro smorzato da un avversario si spegne a lato. Al 72° Scienza ci prova su punizione, Dondero para senza grossi patemi. Al 78° il Derthona sfiora il vantaggio grazie a una deviazione di Zunino su un tiro di Scienza, Dondero vola e spinge in angolo l’insidiosa sfera che per poco non beffava il Ligorna.

Ancora Derthona con Noschese che getta alle ortiche una grande occasione a pochi passi da Dondero calciando malissimo. Così il Ligorna trova la via del gol: Favero di testa supera Ferraroni, sulla linea Draghetti respinge in fascia dove la palla torna ai biancoblu che crossano per Napello che da buon capitano si carica la squadra sulle spalle e incorna il gol decisivo che fa vedere la salvezza molto da vicino.