Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ingerisce topicida, poi si pente ma non ricorda il veleno: salvato in extremis

Genova. E’ finita bene la vicenda che ieri sera ha tenuto con il fiato sospeso un pensionato genovese, il personale del pronto soccorso di San Martino, gli agenti della Municipale e un negoziante genovese.

Tutto è iniziato ieri sera verso le 21 quando un uomo di settant’anni si è presentato al pronto soccorso del San Martino dichiarando di aver ingerito, poco prima, in un momento di sconforto, un veleno topicida.  I sanitari hanno iniziato le procedure di disintossicamento, ma era necessario sapere quali sostanze velenose l’uomo avesse ingerito. Qui è iniziato il “dramma”: il settantenne, infatti, non ricordava il nome del topicida, acquistato nel pomeriggio in un negozio del suo quartiere.

I sanitari si sono quindi rivolti all’agente della Polizia Municipale in servizio all’ospedale, che, tramite centrale operativa, è risalito alla proprietà del negozio.A quel punto una pattuglia ha raggiunto l’ignaro negoziante a casa. Fortunatamente aveva buona memoria e, seppur con un certo sgomento, è stato in grado di indicare il nome del topicida venduto nel pomeriggio.

Dopo aver ricevuto dalla pattuglia la indicazione del prodotto e delle relative sostanze velenose contenute all’interno, il personale medico ha proceduto con la corretta terapia disintossicante, liberando il poveretto dal rischio di avvelenamento.