Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Industria manifatturiera, stabilità per le imprese liguri

Liguria. Anche il 2015 si chiude in un clima di sostanziale stabilità per le imprese manifatturiere liguri, con segnali più incoraggianti provenienti dalle imprese più strutturate e in particolare dalle industrie meccaniche e dei mezzi di trasporto. L’indagine sull’industria manifatturiera ligure, relativa al 4° trimestre 2015 e svolta dall’Istituto G.Tagliacarne per conto di Unioncamere Liguria, è rivolta ad un campione di 265 aziende liguri con almeno 2 addetti, di cui 144 artigiane.

Dallo studio emerge una stabilità di fatturato per le imprese esportatrici, 0,9% che vede tra i settori trainanti particolarmente significativo l’apporto delle industrie meccaniche (+2,1%) e di quelle chimiche (+1,7%). A crescere sopratutto Savona, dove le imprese segnalano un aumento del fatturato pari all’1,1%, mentre nelle altre province si
registrano variazioni negative. Lieve calo per gli ordinativi totali (-0,8%), più marcato per il comparto artigiano (-2,4%), mentre rimane stabile l’andamento degli ordini esteri (+0,8%) con quasi tutti i settori che hanno segnalato una sensibile ripresa dei mercati. Situazione che si prevede immutata anche per il primo trimestre del 2016.

Supera, infatti, il 55% la quota di operatori liguri intervistati che prevede di mantenere inalterati i volumi prodotti nel primo trimestre del 2016, il 25% (11% per le imprese artigiane) si aspetta, invece, un aumento della produzione mentre il 19% un calo (33% per il comparto artigiano). Anche sul fronte degli ordini la maggior parte delle imprese intervistate (il 56%) tende a orientarsi verso una situazione di stabilità, così come prospetta di mantenere stabile il proprio fatturato.