Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Incroci pericolosi, in corso Saffi arriva il nuovo semaforo. Tursi: “Più sicurezza per pedoni e per automobilisti”

I lavori sono già cominciati con l'allungamento del marciapiede. Costo dell'intervento: circa 100 mila euro

Genova. Nuovo semaforo in corso Aurelio Saffi all’incrocio con via Fiodor che consente di svoltare verso Carignano. I lavori stanno partendo proprio in questi giorni ad opera di Aster.

“E’ una richiesta che arrivava da anni dai cittadini con numerose interpellanze arrivate in consiglio comunale – spiega l’assessore comunale alla Mobilità Anna Maria Dagnino – e ora dopo una fase di progettazione i lavori stanno finalmente cominciando”.

Quello delll’incrocio di corso Saffi con via Fiodor è considerato anche dai tecnici del Comune uno degli incroci più problematici del centro, sia per i pedoni che attraversano oggi quattro corsi subito dopo un lieve dosso, sia per le auto e le moto che arrivano da ponente e devono effettuare la svolta facendo i conti con il traffico in senso opposto che arriva a velocità abbastanza sostenuta.

La soluzione individuata prevede un allungamento del marciapiede di via Ruffini (la stradina subito a levante di via Fiodor, percorrbile solo in direzione Saffi), che consentiranno da un lato di rientrare in via Fiodor evitando il semaforo, dall’altro – grazie a una piccola interruzione del marciapiede stesso – di fare ingresso in corso Saffi e poi arrivare al semaforo.

Il costo dell’intervento è di circa 100 mila euro: “Quest’anno siamo riusciti con l’assessore Crivello a destinare una maggior quantità di risorse al capitolo segnaletica, il che ci sta consentendo di realizzare alcuni piccoli ma importanti interventi, come via Vallechiara, via Macaggi e preso anche la messa a norma del semaforo di piazza Manin per il quale abbiamo anche ottenuto un finanziamento europeo”.

Anche il presidente del Municipio Centro Est Simone Leoncini si dice soddisfatto: “Si tratta di una richiesta che che avevamo inoltrato al Comune tempo fa e che che inserisce nell’ambito di una serie di azioni condivise. Si tratta di un incrocio pericoloso, soprattutto la sera, e che ora potrà garantire un livello maggiore di sicurezza per pedoni ma anche automobilisti”.