Quantcast
Prima categoria girone c

Goliardica: la Promozione è a un passo fotogallery risultati

I blugranata devono attendere l'esito del recupero fra Campese e Leivi, ma il campionato è ormai nelle loro mani. Lotta aperta ancora per playoff e playout

goliardica polis- mura angeli promozione gir c

In Prima categoria, girone C, la GoliardicaPolis fa il bello e il cattivo tempo. Contro il fanalino di coda, Mura Angeli, non c’è partita. Nonostante la cenerentola del campionato si sia dimostrata ancora una volta squadra caparbia e volenterosa, troppa era la differenza tra le due squadre.

All’8° è già 1-0 grazie a bomber Bertulla che sigla la sua quindicesima rete stagionale grazie a un velo di un compagno sul calcio d’angolo che libera l’attaccante per il vantaggio dei blugranata. Il bomber poi deve uscire poco dopo per infortunio. Dieci minuti dopo altra tegola per la Goliardica che perde anche Bonadies.

Il Mura tiene bene comunque e si va al secondo tempo in cui entrambe le squadre si contendono la sfera a metà campo, fincheé al 70° Zamana sfrutta un contropiede al meglio piazzando il 2-0. É il gol che cambia la partita perché il Mura che aveva attaccato e dato segnali di poter anche siglare il pari, subisce altri due gol. Al 75° Morasso fulmina Botticelli con un siluro dal limite, e all’85° Converti segna la sua tredicesima rete che vale il poker. Nel finale Di Via su punizione rende meno amara una sconfitta troppo dura per un buon Mura Angeli. Una Goliardica da record che attende il recupero fra Campese e Leivi, in caso di mancata vittoria dei verdirossoblu, sarebbero già campioni.

Per la Campese da qualche giornata l’obbiettivo primario è il secondo posto, con l’armata Goliardica virtualmente già in Promozione, la squadra di Esposito vince con il Prato 2013 e rimane a pari punti con il Via dell’Acciaio in attesa di giocare il match con il Leivi.

Con il Prato va in scena una partita scoppiettante e ricca di avvenimenti. All’8° palo colpito da Codreanu, due minuti dipo Arcuri si presenta dagli undici metri, ma calcia sulla traversa. Sul ribaltamento di fronte cross per Solidoro che gira bene di testa, ma la palla si infrange sulla traversa.

Il gol arriva al 22° con Bottero servito da Codreanu che si invola e insacca. Due minuti dopo è il romeno che supera Berveglieri con un bel colpo di testa. É un 1-2 da ko per il Prato che vacilla, ma tiene fino al secondo tempo quando, al 70° arriva anche la terza rete di Criscuolo stavolta. A nulla serve il gol di Melillo all’83° che due minuti dopo prende in pieno l’incrocio dei pali.

Prato in zona playout, deve tornare a vincere per credere nella salvezza diretta.

Vince anche il Via dell’Acciaio che rimane agganciato, momentaneamente alla Campese. Contro lo Struppa partono in attacco gli azulgrana che vanno vicini al vantaggio due volte con Akkari, ma nella prima occasione Tufina respinge d’istinto, mentre nella seconda, al 15°, è la traversa che salva i padroni di casa. La pressione del Via dell’Acciaio dà i suoi frutti al 20° quando Carrossino stende Akkari involato verso la porta. Fallo e rosso diretto per i difensore. Sulla punizione che segue Carlevaro colpisce ancora la traversa.

Si va alla ripresa dopo un primo tempo con tante emozioni, ma zero gol. Al 60° si sblocca finalmente il risutato, Cerasia serve Lezziero che calcia e supera il portiere. Al 75° lo Struppa rimane addirittura in nove per l’espulsione di Garaventa, al secondo giallo. Si arriva al 77° con Penna, appena entrato per Carlevaro che si fa trovare pronto in contropiede per piazzare lo 0-2. Struppa ancorato al penultimo posto, Via dell’Acciaio in lotta per il secondo.

Bel confronto anche fra Calvarese in cerca di punti playoff e San Bernardino, squadra dalle due facce: girone d’andata da protagonista nelle zone alte, mentre in quello di ritorno è stata una discesa fino alla sconfitta odierna che porta i nero verdi a dover lottare per evitare gli spareggi salvezza.

Anche la dirigenza si è detta stupita e piuttosto amareggiata per quanto accaduto al “Monleone”. Prima occasione per il San Bernardino che al 28° sfiora il gol con Provenzano, ma l’attaccante non inquadra la porta di testa. Al 40° il gol di Costigliolo con un tiro dalla media distanza che non lascia scampo a Paci. I neroverdi vanno addirittura sullo 0-2 grazia a Pietraperzia che raddoppia proprio allo scadere di tempo.

Nella ripresa la Calvarese entra con un altro piglio, al 52° Piazze riapre i giochi e quattro minuti dopo ancora il numero 5 va a segno su calcio di rigore. Il San Bernardino vacilla, si difende, ma al 75° Ventura sbaglia porta e consegna la partita ai biancorossi.

Torna a fare punti il PonteX contro un buon Leivi che riesce a togliersi dalla zona pericolosa. Al 4° Cambiaso prova il tiro, ma Crociani manda in angolo. Ancora il PonteX si porta in avanti e Lipardi sfiora il gol con un tiro dalla media distanza, poco dopo Ghiglino di testa manda alto. Il Leivi si vede solo al 30° con Asimi che su tiro di punizione calcia alto. Il PonteX attacca forte, ma sbaglia troppo, così al 40° il Leivi punisce: cross di Asimi e una serie di rimpalli consente a Ghirlanda di insaccare. Il PonteX accusa il colpo e poco dopo rischia di subire il raddoppio per opera di Imporzani che manda alto un ottimo assist di Campodonico.

Si va alla ripresa e il PonteX torna in campo più grintoso, al 70° Cambiaso pareggia i conti con un gran tiro al volo. Cinque minuti dopo, però Imporzani controlla insacca un grande assist di Campodonico. All’82° Ghiglino si dimostra bombe di razza, marcando visita con l’ottava rete della stagione. Un due a due che consente ai granata di rimanere in zona playoff e al Leivi di trovare fiducia in vista del rush finale per la salvezza.

Pareggia anche il Bogliasco con il San Siro Struppa, e non riesce a sfruttare il mezzo passo falso del PonteX, per superarlo in classifica.  Partenza a razzo del San Siro che coglie il palo con Lalli al 10°, poi la partita rimane molto a metà campo, finché al 42° ancora Lalli trova la via del gol e sigla l’1-0. Neanche il tempo di esultare che De Ferrari rimette le cose a posto.

Nella ripresa ancora Lalli va a rete con un bel colpo di testa. Il San Siro poi rimane in dieci uomini al 60°, così i biancorossi stringono d’assedio i padroni di casa e all’80° Moretti trova la via per il 2-2.

Ultimo match di giornata, quello fra Sampierdarenese e San Gottardo che vede i padroni di casa crollare di fronte a un San Gottardo in gran forma e lanciato verso una salvezza senza grossi problemi. Al 6° Sadiqi illude la Sampierdarenese, ribadendo in rete un tiro respinto dal portiere del San Gottardo, Tovani. Il vantaggio dura poco perché Tricarico al 13° pesca l’angolino e rimette sul pari il risultato. Risponde Bencivenga al 25° che chiama Tovani al gran colpo di reni.

Si va al secondo tempo con il San Gottardo che entra in campo meglio degli avversari e al 48° va in vantaggio con Costa, che inventa un diagonale imprendibile per Pittaluga. La Sampierdarenese prova a ritornare in gara, ma è sfortunata al 66° quando Sadiqi svetta di testa, ma colpisce il palo. All’88° poi Serpe chiude i conti con uno slalom in cui salta due uomini e insacca il definitivo 1-3.