Quantcast
Estorsione

Genova, ruba una 500 d’epoca poi chiede il riscatto al proprietario

Allo scambio di denaro c'erano anche i Carabinieri

Genova. Prima ha rubato un’automobile, poi ha chiesto 1.000 euro per restituirla al proprietario. Al momento dello scambio di denaro, però, c’erano anche i Carabinieri, che lo hanno arrestato per estorsione. E’ accaduto nel pomeriggio di ieri.

Alcuni giorni fa un pensionato aveva denunciato il furto della sua auto d’epoca, una Fiat 500. In seguito però, M. G., 61 enne, ha contattato il pensionato, proponendogli di recuperare l’auto, dietro compenso per la sua opera di intermediazione.

Il pensionato a quel punto si è diretto ai Carabinieri di Marassi che, assieme a quelli del Nucleo Operativo, hanno fatto scattare la trappola. I militari hanno osservato lo scambio di denaro, avvenuto a Voltri, e l’estorsore che portava la vittima sul luogo dove era parcheggiata l’auto rubata.

A quel punto sono intervenuti. M. G. è stato arrestato: oltre ai soldi aveva con sé anche una lama di 20 centrimetri, probabilmente utilizzata per aprire le portiere delle automobili. Ora si trova nel carcere di Marassi, dovrà rispondere anche di ricettazione.

Genova, 12 marzo 2016

leggi anche
  • Via asilo garbarino
    Genova, nuovo furto a scuola: depredati i distributori automatici del Caprera
  • Indagini in corso
    Furto a Pegli: fucili e munizioni ritrovati nel cassonetto della spazzatura
  • La visita
    Bolzaneto, furto in casa: bottino da 11 mila euro
  • Ieri sera
    Furto in abitazione a Pegli: rubati fucili da caccia e munizioni
  • I soliti ignoti
    Genova, furto in appartamento: bottino in oro e contanti
  • I dati
    Allarme sicurezza, a Genova un furto in appartamento ogni 4 ore
  • Serra riccò
    Serra Riccò, furto nel ristorante: i ladri rubano cibo e un computer
  • Gioielli e contanti
    I ladri svaligiano la casa, maxi furto a Carignano: bottino da oltre 20 mila euro