Quantcast
Nonostante scarpino

Genova: la Tari non aumenta, diminuzione per le famiglie numerose

Le associazioni di consumatori monitoreranno il nuovo piano industriale, soprattutto per la raccolta differenziata

scarpino

Genova. “Per la Tari, nonostante il disastro di Scarpino, non ci saranno aumenti ma anzi, per le famiglie numerose, oltre i 5 componenti, ci saranno anche diminuzioni tra i i 10 e i 50 euro”. A spiegarlo, al termine dell’incontro avuto con gli assessori al bilancio e all’ambiente del Comune di Genova, Franco Miceli e Italo Porcile, i rappresentanti tanti dei sindacati degli inquilini e delle associazioni dei consumatori, Adiconsum, Adoc, federConsumatori, Sicet Sunia e Uniat.

“Nel corso dell’incontro – spiegano i rappresentanti delle associazioni – abbiamo ricordato che daremo vita a un monitoraggio del nuovo piano industriale, soprattutto per la differenziata che, una volta portata su tutta la città, permetterà anche una diminuzione delle tariffe”. Nel corso dell’incontro con gli amministratori e’ stato affrontato anche il tema dell’Imu, sopratutto per quanto riguarda la questione degli affitti agevolati. I sindacati degli inquilini, infatti, chiedono alla pubblica amministrazione una maggiore vigilanza.

“L’Imu rimane invariata con i benefici per i contratti di locazione concordati – spiegano – è proprio per questo abbiamo chiesto maggiori controlli”. Secondo quanto risulta ai sindacati qualcuno non rispetterebbe gli accordi alzando i canoni e, al tempo stesso, recuperando i benefici. “Avremo tavoli di confronto – concludono o sindacati – per evitare che qualcuno abbia agevolazioni senza averne diritto”.