Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa osso duro, ma Higuain ribalta la partita: 3-1 per il Napoli risultati

Più informazioni su

Genoa a testa alta, mette in difficoltà il Napoli ma alla fine viene sconfitto 3-1. E’ Higuain a guidare i partenopei alla vittoria finale consegnando al Napoli i tre punti indispensabili per tenere viva la corsa allo scudetto e rispondere alla Juventus vittoriosa sul Torino.

Il Napoli non si esprime al meglio e il Genoa è un osso duro, ben schierato da Gasperini. L’attacco del Napoli, soprattutto nel secondo tempo, mette sotto assedio i rossoblu, ma Perin devia ogni pallone che gli capita a tiro. Ci penserà l’argentino a piegare la resistenza del portiere rossoblu’.

Gasperini porta Cerci in panchina e lancia nella mischia Pavoletti, proponendo una difesa a cinque con Gabriel Silva, sulla destra, che si oppone in prima battuta ad Insigne e chiude gli spazi alle incursioni di Ghoulam e Laxalt dalla parte opposta che fa esattamente lo stesso lavoro su Callejon e Hysaj.

La solita distrazione difensiva del Napoli manda il Genoa in vantaggio dopo soli 9′ di gioco, grazie ad una conclusione di Rincon sulla quale c’e’ un concorso di errori di Jorginho che lancia l’azione dell’avversario, Koulibaly il quale entra molle sul contrasto e Reina che si fa infilzare dal tiro forte ma centrale del genoano.

Il Napoli per tutto il primo tempo si riversa nella metà campo avversaria, ma senza schemi offensivi ben costruiti. Il Genoa chiude tutti gli spazi utili agli azzurri. E dove non arrivano i difensori di Gasperini, ci pensa Perin.

Nel secondo tempo gli azzurri pareggiano il conto cdopo soli sei minuti con Higuain, che dopo un paio di minuti fallisce il raddoppio. Gasperini inserisce Cerci al posto di Pavoletti e cerca di sfruttare al meglio le ripartenze che il Napoli concede ed al tempo stesso le indecisioni della difesa azzurra.

La partita diventa apertissima su tutti e due i fronti. Higuain ci prova da tutte le posizioni ma trova sempre sulla sua strada Perin o un difensore avversario. Dall’altra parte è Cerci a creare in più di una circostanza lo scompiglio nell’area dei partenopei.

Ma Higuain va in gol con un’azione personale e ribalta la partita. Fino alla fine il Napoli rimane in controllo e solo nel recupero El Kaddouri arrotonda il punteggio.