Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fuochi d’artificio in finale, e il Real Fieschi si prende la Coppa Liguria foto

Battuto il Via dell'Acciaio dopo i tempi supplementari. Una partita unica, con sei reti, tre espulsi e ben due rigori sbagliati. E con una dedica speciale

Bogliasco. Doveva essere uno spettacolo e spettacolo è stata la finalissima di Coppa Liguria fra Via dell’Acciaio e Real Fieschi, due delle protagoniste della Prima Categoria, rispettivamente del girone C e B. Sul campo tutt’altro che perfetto di Bogliasco, le due squadre si danno battaglia con vigore e voglia di vincere.

La serata inizia male per i blaugrana che devono privarsi subito di Lezzieri che si fa male e dopo 8 minuti saluta tutti e deve uscire. Al 17° cambia il risultato, Akkari lascia partire un gran sinistro che colpisce la faccia interna del palo e si insacca alle spalle di Cambiano. Il primo tempo si può riassumere tutto qui, perché per rivedere un’occasione bisogna attendere il 43° con Casella che chiama Cavallino alla parata. C’è tempo ancora per una doppia occasione prima di Carlevaro e poi di Cerasia prima che le squadre vadano al meritato riposo.

Nella ripresa il Real Fieschi entra in campo più pimpante e voglioso di cercare il gol. Al 51° infatti D’Amelio riceve palla poco prima del dischetto, controlla la sfera e calcia a botta sicura: 1-1.

Si arriva rapidamente al 76° quando i biancoblu trovano il guizzo con Massa, bravo a mettere dentro su calcio d’angolo con grande opportunismo. Quattro minuti dopo il Via dell’Acciaio si complica la vita rimanendo addirittura in 9. Cavallino e Guelfi infatti si prendono il cartellino rosso. Cinque minuti dopo anche Casella viene espulso e il Fischi resta in 10.

Proprio quando ormai il match pare indirizzato verso i biancoblu, Akkari sale in cielo e gira in porta la palla buona per impattare, 2-2. Si arriva al novantesimo e il punteggio non cambia, si va ai supplementari quindi.

Il Real ne ha di più, sia per l’uomo di vantaggio, sia perché è bravo Goatelli, secondo di Bottaro (squalificato oggi), a spronare i suoi nella pausa prima dei supplementari. Al 95° quindi ancora Massa si fa trovare pronto  e piazza la zampata del nuovo vantaggio del Fieschi. Succede poi qualsiasi cosa nel proseguo. Al 107° Dasso ha la possibilità di chiudere la partita direttamente dagli undici metri, ma Di Giorgio, portiere improvvisato dopo l’espulsione di Cavallino, si supera e para.

Due minuti dopo l’occasione di riaprirla è per Minnelli, che dal dischetto, però spedisce la sfera sul palo. Il Via dell’Acciaio si getta a testa bassa nella metà campo avversaria, ma non riesce a scardinare l’ordinata difesa biancoblu e al 120° Perucchio in contro piede piazza anche il quarto gol che spegne le residue speranze del Via dell’Acciaio.

Alla fine quindi vince il Real Fieschi, con una dedica speciale a Wilson Leon Seminario, ragazzo tesserato per i biancoblu scomparso a soli 17 anni, pochi giorni prima della finalissima.

Una partita che ha visto la squadra di Bottaro più preparata per affrontare questo genere di sfide. Lo dimostra la doppia superiorità numerica e il rigore fallito dal Via dell’Acciaio in un momento decisivo. Per il Real Fieschi l’anno potrebbe diventare memorabile, se riuscirà a condurre in porto anche il campionato, che vede i biancoblu primi con cinque punti di vantaggio sulla seconda. Il Via dell’Acciaio deve invece voltare pagina e puntare al secondo posto, obbiettivo possibile, per ottenere una promozione tramite i playoff.