Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Differenziata, Sori ottiene i finanziamenti: nuove telecamere contro i furbetti e non solo

Sori. “The Finish Line” il titolo scelto dal Comune di Sori per il progetto sul miglioramento della raccolta differenziata che ha ottenuto il finanziamento regionale. Un bando uscito nell’estate del 2014 e rivolto a quei Comuni liguri che non raggiungevano ancora il 65% di raccolta differenziata, volto a migliorare la percentuale di rifiuto organico. Dopo più di un anno di attesa, il Comune si aggiudica i 100.000 euro di finanziamento grazie ad un attento progetto realizzato dall’Ufficio Ambiente del Comune.

“Con queste risorse, oggi, il Comune riesce ad acquistare 7 nuove telecamere mobili che, oltre ad incrementare la sicurezza generale del Paese, serviranno a verificare ed eventualmente, se recidivi, a sanzionare i trasgressori nelle zone dove si verificano più frequentemente errati conferimenti, abbandoni fuori orario o abbandoni fuori dalle isole ecologiche, al miglioramento delle quali si sta costantemente lavorando, specie nelle frazioni e nei punti più critici. Le telecamere acquisiscono così una doppia valenza per Sori garantendo un primo sistema di sorveglianza pubblico, che permetterà anche una sicurezza maggiore, le forze dell’Ordine da anni chiedevano di investire in tecnologie adeguate, in passato il Comune pagava un canone di servizio per telecamere obsolete o addirittura non funzionanti”, spiega il sindaco Paolo Pezzana.

Oltre alle telecamere il Comune potrà contare sull’acquisto di un mezzo elettrico e di un porter Euro 6: un vero lusso per le amministrazioni di piccole dimensioni come Sori. Grazie a questi nuovi automezzi sarà possibile gestire degnamente il servizio di ritiro dei rifiuti ingombranti anche fra le vie delle frazioni. Ma di pari passo alle politiche ambientali per l’Amministrazione di Pezzana è centrale la sensibilizzazione e il coinvolgimento della cittadinanza, è così che aderisce lo scorso anno, attraverso il CEA Aurelia, alla campagna regionale Differenziamoli Bene! Al fine di aumentare la consapevolezza dei cittadini, Regione Liguria, ha ritenuto opportuno promuovere una specifica campagna di informazione denominata “Differenziamoli bene” (i perché della differenziata), promossa dai centri del sistema ligure di educazione ambientale (CEA).

Il Laboratorio Territoriale Aurelia, nato nella primavera del 2008, è il più giovane Centro di Educazione Ambientale in Provincia di Genova. Il Cea soddisfa l’esigenza, sentita dai Comuni di Sori, Pieve Ligure e Bogliasco di partecipare a pieno titolo alle iniziative di educazione ambientale e ai progetti di sviluppo sostenibile promossi dalla Rete regionale e dai suoi Enti di riferimento. Il CEA Aurelia ha così ricevuto il finanziamento regionale, poco meno di 2.000 euro, per realizzare una campagna di comunicazione che potesse esprimere gli obiettivi di Differenziamoli Bene! E’ stato pertanto prodotto uno spot promozionale girato nei centri dei tre Comuni del Golfo Paradiso coinvolgendo “attori-cittadini” selezionati tramite una partecipata casting call. Il Cea ha anche realizzato un nuovo sito web dove trovare tutte le informazioni relative alle attività e alle pratiche ambientali, su www.labteraurelia.com si trovano infatti le iniziative svolte dal Cea, coinvolgendo l’Istituto Comprensivo scolastico e le associazioni del territorio. Il video è già online sul sito e per garantire una maggiore visibilità, è stato pubblicato anche sulla nuova pagina facebook Labter Aurelia.

Il Comune, per proseguire nella strada intrapresa, entro il 31 marzo presenterà un nuovo progetto a valere sui finanziamenti previsti dalla Legge Regionale 12/2015 che pone l’obbligo di raggiungere nuovi e più importanti obiettivi di raccolta differenziata e avvio effettivo allo smaltimento, il che significa che la qualità delle frazioni differenziate dovrà necessariamente aumentare rispetto all’attuale mettendo in campo nuove politiche ambientali per tutti i Comuni liguri.