Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Attentato a Bruxelles, la Regione incontra il Prefetto di Genova: “Uniti per garantire sicurezza” fotogallery

Genova. Il presidente dell’Assemblea legislativa della Liguria, Francesco Bruzzone, insieme ai consiglieri regionali e al vicepresidente della giunta e assessore alla sicurezza Sonia Viale, ha incontrato il prefetto di Genova Fiamma Spena.

Attentato Bruxelles, tavolo tra Bruzzone, Viale e il Prefetto

Bruzzone ha illustrato al prefetto l’ordine del giorno unitario del Consiglio regionale, elaborato nella mattinata di ieri, con cui viene condannato l’attentato a Bruxelles e ha sottolineato la compattezza dell’Assemblea nella difesa dei valori di libertà e democrazia. “Abbiamo convenuto, attraverso questo documento, un percorso comune fondato su principi che ribadiamo con una ferma e netta opposizione al terrorismo – ha aggiunto – e siamo convinti di esprimere in questo ordine del giorno il sentire di tutta la comunità ligure”.

Il prefetto Fiamma Spena ha ringraziato i consiglieri per “il sentire unitario del parlamento regionale e delle istituzioni» e ha assicurato che l’ordine del giorno sarà trasmesso al Governo. Rispetto ai drammatici fatti accaduti nella capitale belga il Prefetto ha assicurato che il livello di allertamento in Liguria non è diverso da quello delle altre regioni italiane e ha «confermato l’impegno costante delle forze di polizia e il coordinamento con la procura della repubblica per il controllo e la tutela del territorio”.

Il prefetto ha assicurato il costante scambio di informazioni fra le forze dell’ordine e gli organismi deputati al monitoraggio sul territorio. Il vicepresidente della giunta Sonia Viale ha garantito la piena disponibilità della Regione per attuare interventi coordinati con le altre istituzioni, in particolare la prefettura: “Tutti gli strumenti che possiamo mettere in atto in quanto Regione – ha spiegato – devono essere coordinati e governati per garantire l’ordine e la sicurezza dei cittadini liguri”.