Quantcast
Pallanuoto

Serie A2: Quinto e Camogli pronte per lo scontro direttorisultati

Il Lavagna regola l'Albaro Nervi ed è pronto ad approfittarne

Sporting Club Quinto

Chiavari. Prosegue la corsa del terzetto di testa. Lo Sporting Club Quinto ha espugnato Chiavari. I ragazzi condotti da Federici, che già avevano impegnato Lavagna e Camogli, hanno dimostrato di meritare più del terzultimo posto che occupano attualmente. Infatti la capolista ha prevalso con 2 sole reti di scarto, maturate nelle fasi finali dell’incontro. Ed ora le vittorie consecutive dei biancorossi sono nove.

“Ormai è una caratteristica di questa squadra – conferma il tecnico Marco Paganuzzi –. Soffriamo un po’ nei primi due tempi, ma alla distanza riusciamo a uscire. Questa volta la superiorità fisica non si è concretizzata in controfughe ma in un lavoro ai fianchi che ci ha portato ad arrivare per primi in zona pericolosa e a tenere il ritmo alto. Non si tratta certo di una casualità ma di frutti che arrivano dopo un lavoro specifico. In questa partita poi sono risultate determinanti le due reti di Bogdanovic, arrivate in un momento prezioso: un giocatore importante e che ha ancora grandissimi margini di crescita visto che non ha neanche vent’anni. Tuttavia credo sia il caso di sottolineare la maturità della squadra nel suo complesso: ha difeso corta, raddoppiato quando necessario. Bene così. Anche relativamente all’uomo in più sono abbastanza soddisfatto: nei numeri non ci siamo ancora, ma i ragazzi hanno fatto quello che dovevano, ci sono stati dei miglioramenti. E consideriamo che il Chiavari è un’ottima squadra, a dispetto della classifica attuale. Sono certo che farà un grande girone di ritorno e che per molte squadre sarà difficile andare a punti con i verdeblù”.

Sabato prossimo a Bogliasco arriverà il Camogli per una sfida che si annuncia incandescente e fondamentale per il prosieguo del campionato. “Affronteremo una squadra solida, importante – ammette Paganuzzi –. E per molti versi simile alla nostra, nei numeri e nella mentalità. A prescindere dall’importanza che una sfida del genere rivestirà per la classifica, credo che sarà un vero e proprio spot per la pallanuoto, con una bella cornice di pubblico. Ci alleneremo bene e speriamo di arrivarci nelle migliori condizioni possibili: oggi Boero e Bianchi hanno giocato con la febbre, speriamo di recuperare tutti al cento per cento”.

I bianconeri hanno regolato agevolmente la neopromossa Club Wasken Boys con ben 8 reti di scarto. “Oggi sono molto contento – afferma Daniele Magalotti dopo la partita -. Siamo entrati in vasca decisi fin da subito e convinti di poter fare una grande gara. L’atteggiamento è stato quello giusto e i risultati si sono visti. Abbiamo trovato la via del gol con una buona regolarità giocando da squadra mandando a rete diversi marcatori. Era importante tornare ad offrire questo tipo di prestazioni perché il campionato è ancora lungo e pieno di incognite. Giocavamo contro una squadra ben organizzata che alla prima giornata era addirittura riuscita ad andare a vincere in casa del Quinto di conseguenza se non avessimo affrontato la partita con la giusta concentrazione sarebbe stata molto dura. Da lunedì dovremo rimboccarci le maniche e preparare una partita che a questo punto della stagione può assumere le dimensioni di sfida molto importante. Andremo con la testa sgombra ma ci presenteremo al cospetto della capolista per cercare di vincere la partita con grande rispetto ma senza alcun timore reverenziale”.

L’ottavo successo del Lavagna è stato dedicato alla memoria di Alberto Risso, padre di mister Marco. I biancoblù a tratti sono parsi lenti e disorganizzati ed hanno subito l’iniziativa di un Albaro Nervi volenteroso, ma che sulla carta non avrebbe dovuto impensierire Parisi e compagni. Da segnalare per tra gli ospiti Loomis e Tortora, autori di una tripletta; per il Lavagna buona prova di Giusti e Cotella, che oltre al solito apporto difensivo si sono fatti sentire anche in fase offensiva. I biancoblù sabato potranno beneficiare dello scontro tra le rivali, ma dovranno superare l’ostico Imperia.

Giornata amara per il Crocera Stadium, battuto di misura e superato in classifica dal Plebiscito Padova, al termine di una gara che ha visto prevalere le difese al punto che sono state realizzate solamente 7 reti.

Vittorie casalinghe per il Torino 81, sul fanalino di coda Bergamo, e per la President Bologna, che piega e scavalca in graduatoria la Rari Nantes Imperia.

Di seguito i tabellini delle compagini genovesi.

Chiavari Nuoto – Sporting Club Quinto 6-8
(Parziali: 1-1, 2-2, 1-2, 2-3)
Chiavari Nuoto: Cavo, Ferrari 1, Ghio, Mangiante 2, Oliva 1, Barrile, Marciano, Giambruno, Raineri, Lertora, Rolla 1, Castagnola 1, Davin. All. Federici.
Sporting Club Quinto: Scanu, Prian, Brambilla 3, Greco, Turbati 1, Bianchi, Bogdanovic 2, Palmieri, Boero, Bittarello 1, Spigno, Amelio 1, Azzarini. All. Paganuzzi.
Arbitri: Carmignani e Guarracino.
Note. Espulso nel quarto tempo Barrile per gioco scorretto. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Chiavari 3 su 5, Quinto 2 su 10.

Rari Nantes Camogli – Club Wasken Boys 11-3
(Parziali: 2-1, 4-0, 3-1, 2-1)
Rari Nantes Camogli: Gardella, Beggiato 4, Iaci 2, Antonucci 3, Federici, Gatti, Guenna, Solari, Cocchiere 1, Pino, Licata 1, Cuneo, Caliogna. All. Magalotti.
Club Wasken Boys: Ruggieri, Pellegri, Calarco, Legrenzi, Pederzoli 2, Zucchelli, Tortelli, Damonte 1, Stani, Manfredi, Turelli, Manzone, Regonesi. All. Crimi.
Arbitri: Bensaia e Del Bosco.
Note. Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Camogli 2 su 5, Wasken Boys 1 su 7.

Lavagna 90 – Albaro Nervi 12-7
(Parziali: 1-1, 1-2, 6-2, 4-2)
Lavagna 90: Graffigna, G. Cotella 1, Congiu 1, M. Pedroni, Giusti 1, Cimarosti, Bassani, Westermann, F. Cotella 2, Martini 1, Luce, Parisi 4, Casazza 2. All. Risso.
Albaro Nervi: Vio, Priolo, Moncagattatta, Fongi, Fi. Bogliolo, Vallarino, Di Giandomenico, Tortora 3, Loomis 3, Anesini, Vezil 1, Fe. Bogliolo, Briganti. All. Dorigo.
Arbitri: Iacovelli e Romolini.
Note. Usciti per limite di falli Cimarrosti e Briganti nel quarto tempo. Espulsi Moncagatta e Di Giandomenico per proteste nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Lavagna 3 su 15, Albaro Nervi 4 su 8.

Plebiscito Padova – Crocera Stadium 4-3
(Parziali: 1-0, 2-1, 0-2, 1-0)
Plebiscito Padova: Destro, Segala, Chiriatti, Prete, Savio, Barbato 1, Gottardo, Maras 1, Zanovello 1, Conte, Robusto, Lagonigro, Tomasella 1. All. Molena.
Crocera Stadium: Foroni, Elefante, Zanoglio, Lobasso, De Ferrari, Ferraris, Siri, Bosso 1, L. Fulcheris, Parodi 2, Bianchetti, Micheletto, A. Fulcheris. All. Camponini.
Arbitri: D’Antoni e Pascucci.
Note. Uscito per limite di falli Zanovello nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Plebiscito 3 su 8, Crocera 1 su 7.