"esasperato"

Sampierdarena: l’amico gay gli fa la corte, lui lo massacra di botte

La vittima non ha voluto denunciare l'uomo di cui è "follemente innamorato da tempo"

Villa Scassi

Genova. Lo ha massacrato di botte perché non gradiva le sue attenzioni. Un cittadino domenicano di 29 anni è stato arrestato alle 6 di questa mattina a Sampierdarena, in via Bombrini: poco prima aveva picchiato un connazionale omosessuale che lo corteggiava.

La violenza è scattata dopo che l’aggressore aveva ricevuto sul telefonino l’ennesima serie di messaggi d’amore: ha affrontato per strada la vittima e gli ha provocato due fratture al volto, la caduta di un dente e altre ferite guaribili in un mese.

La vittima, 30 anni, non ha comunque voluto sporgere denuncia contro l’uomo di cui è “follemente innamorato da tempo”. Non è bastato per evitare l’arresto al 29enne: agli agenti di polizia intervenuti ha detto di essere esasperato dall’amico che andrebbe in giro a raccontare l’esistenza di una loro relazione.

leggi anche
Savona, una nuova auto per la squadra volante della Polizia
Incubo
Sestri Ponente, l’ultima aggressione di un padre-padrone: picchia e punta coltello contro la figlia
Violenza postina pre
Violenza sessuale
“Era vestito come il giorno dell’aggressione”, bloccato il “maniaco” di via Pre’
carabinieri
Cronaca
Cogoleto: prima la lite, poi l’aggressione a colpi di cocci di bottiglia
gay pride
Giornata internazionale
Omofobia, report Arcigay: “Liguria nominata sette volte”