Quantcast
Genova

Prostituzione, “famiglia” rumena sfruttava connazionali: 4 in manette

A capo una 61enne da anni residente a Genova: ha costretto alla vita di strada anche figlia e sorella

Prostituzione stradale

Genova. Reclutavano, costringevano alla prostituzione e sfruttavano giovani donne rumene. Lo ha scoperto la Squadra Mobile che, dalle prime ore di oggi, ha dato vita ad un’operazione che ha disarticolato una vera e propria associazione a delinquere.

Sono stati così arrestate, su ordine del Gip, quattro persone, tutte di origine rumena, quasi tutte componenti dello stesso gruppo familiare. Approfittando delle precarie condizioni economiche delle loro vittime e delle loro famiglie le costringevano a prostituirsi.

A comandare la banda di sfruttatori era sessantunenne, da tempo residente a Genova, che ha persino costretto alla vita di strada la figlia e la sorella.
Per fare guadagnare più soldi alle prostitute, la donna obbligava le ragazze ad assecondare i clienti su ogni richiesta e ad avere rapporti sessuali non protetti. Parte dei guadagni venivano inviati in Romania mentre altri investiti in gioielli. La 61enne spendeva poi i proventi nelle slot machine.

leggi anche
operazione sfruttamento prostituzione savona
Regina di cuori
Foce e Albaro, prostituzione extra-lusso: nella “case di piacere” anche il catering
cellulare
A sestri levante
Prima la conoscenza su Facebook, poi le avances alla 17enne: accusato di prostituzione minorile
lega nord prostituzione
#regionali2015
Lega Nord Liguria: gazebata per la tassazione della prostituzione
giardini stazione chiavari
Chiavari
A Chiavari la prostituzione si sposta dal centro, ma non scompare. Levaggi: “Attenzione costante”
Degrado a Sampierdarena
Sampierdarena
Spaccio, prostituzione e accumuli di spazzatura: “Sampierdarena sembra il Bronx”
Generica
Genova
Sampierdarena, la “nonna” giocava al Bingo con i soldi delle prostitute
Prostituzione stradale
Nel 2004
Sestri Ponente, costrinse decine di ragazze a prostituirsi: arrestato
Prostituzione stradale
Choc
Cornigliano, in tre sequestrano 20enne: “Devi prostituirti per noi”