Quantcast
Svolta nelle indagini

Pensionato massacrato a Bolzaneto, arrestato un altro nomade

Il fermo è avvenuto durante un maxi controllo dei carabinieri nel campo nomadi

Bolzaneto. Svolta nelle indagini in merito all’aggressione avvenuta lo scorso 6 gennaio all’uscita del casello autostradale di Bolzaneto per motivi di viabilità. E’ stato infatti fermato un nomade sinti che ha partecipato al pestaggio di un anziano insieme ad altri.

Il fermo è stato effettuato nel pomeriggio nel corso di un maxi controllo avviato dai carabinieri nel campo nomadi di Bolzaneto su disposizione del magistrato Luca Scorza Azzarà. Le indagini avevano già indotto un primo nomade a presentarsi in tribunale per ammettere le sue responsabilità e l’uomo, ascoltato come persona informata sui fatti, era poi stato indagato per lesioni colpose.

Subito dopo si era sparsa la voce che un secondo gitano si sarebbe costituito con il suo avvocato ma da allora non è accaduto nulla. Le indagini proseguono per identificare almeno altri due persone che hanno preso parte al pestaggio scaturito per motivi di viabilità.

leggi anche
campo nomadi rom cornigliano
Politica
Pensionato massacrato a Bolzaneto, Alternativa Tricolore: “Sgomberare i campi nomadi”
campo nomadi bolzaneto
Val polcevera
Pensionato massacrato a Bolzaneto: mozione di Bevilacqua sulla sicurezza
Gennaio - protesta bolzaneto trasporto unito
I familiari
Pensionato massacrato a Bolzaneto, la testimonianza del genero: “Erano in tanti”
campo nomadi bolzaneto
Genova
Pensionato massacrato a Bolzaneto, il sindaco incontra i familiari: sopralluogo al campo nomadi
carabinieri
Caccia agli aggressori
Pensionato massacrato a Bolzaneto, c’è il primo indagato
Oggetti rubati trovati nel campo nomadi di Bolzaneto
Indagini in corso
Fedi nuziali, penne e gioielli rubati: perquisizioni e sequestri nel campo nomadi di Bolzaneto