Non gli danno il duplicato del passaporto: si cuce la bocca e protesta davanti al consolato - Genova 24
Genova

Non gli danno il duplicato del passaporto: si cuce la bocca e protesta davanti al consolato

passaporto

Genova. Ha deciso di dormire con un sacco a pelo davanti al consolato della Tunisia, ma si è anche letteralmente cucito la bocca. Così protesta Slah Ayadi, 32 anni, tunisino residente a Bologna che non riesce a ottenere il duplicato del passaporto smarrito 3 anni fa.

Ayadi ha perso il documento rilasciato dalla questura di Genova nel 2011. Lui e sua moglie, di origini marocchine ma nata in Italia, hanno fatto denuncia e chiesto di ottenere il duplicato, poi Ayadi ha chiesto asilo politico.

All’uomo sono stati concessi 3 permessi trimestrali, ma a novembre il permesso non è stato rinnovato. L’uomo è un clandestino anche se si è sposato in Italia ed è in possesso di carta di identità rilasciata dal comune di Bologna.

Dal consolato hanno risposto che faranno di tutto per fargli avere il documento, ma che per il momento è meglio se torna a Bologna.