Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ligorna sprecone; RapalloBogliasco in gran forma risultati foto

I ragazzi di Coppola espugnano Gozzano; i biancoblu giocano 70' con l'uomo in più, ma non trovano il gol vittoria. Lavagnese bloccata dall'Acqui

In Serie D si è giocata la 25^ giornata contraddistinta da gare suddivise su due giorni e dal maltempo che ha impedito al Sestri Levante di giocare contro la Novese al “Sivori”. Tutte in campo regolarmente invece le altre genovesi.

La Lavagnese non riesce più a vincere e contro un Acqui modesto (reduce dalla manita subita a Rapallo sette giorni prima) i giocatori bianconeri non vanno oltre un deludente 0-0. Non che non abbia tentato di vincere, anzi Scaffia si dimostrerà alla fine il migliore in campo sventando più volte su Brega, che pare essersi inserito a meraviglia. In generale, però manca smalto e brillantezza, i ragazzi di Dagnino avevano abituato i propri tifosi a un ritmo importante, con un attacco che può variare i propri interpreti e rimanere molto pericoloso.

Ad Acqui, però i lavagnesi si sono scontrati con un fisiologico calo di forma e con la voglia di riscatto dei termali che hanno messo in mostra non una tecnica eccelsa, ma certamente molto cuore e si sono organizzati per difendere il pareggio senza troppi patemi.

Chi invece sembra aver trovato una forma invidiabile è il RapalloBogliasco, che finalmente vince anche in trasferta e rimane ancora imbattuta in questo 2016. I bianconeri hanno la meglio su un buon Gozzano, che sebbene lamentasse alcune defezioni schiera l’ex spezzino Guidetti, che si dimostra il più pericoloso dei suoi.

Parte meglio il RapalloBogliasco che va vicino al vantaggio già al 14° con Russo, ma Milan, portiere locale, devia in angolo. Cinque minuti dopo Guidetti calcia rasoterra, facile per Nava bloccare. Ancora l’esperto centravanti ci prova al 40°, ma non inquadra la porta e il primo tempo va in archivio sullo 0-0.

Nella ripresa ancora l’ex Spezia è pericolo su un calcio di punizione insidiosa ben respinta da Nava. Il RapalloBogliasco reagisce con Russo, pericoloso nelle ripartenze. In questo caso, però l’attaccante non trova il tempo per battere Milan. Al 63°, però arriva l’occasione giusta. Punizione dalla destra di Cammaroto che pennella una palla perfetta, Lelj si inserisce e incorna un tiro imprendibile per Milan.

Il Gozzano prova a reagire, ma il risultato non cambia e i ragazzi di Coppola vendicano la sconfitta dell’andata.

Il Ligorna spreca un’altra occasione per fare suoi tre punti nel match in trasferta con il Castellazzo. Vero che i piemontesi nelle ultime settimane avevano dimostrato un cambio di atteggiamento in campo, ed è vero anche che il campo di Castellazzo Bormida, flagellato dalla pioggia intensa, diventa presto quasi impraticabile, ma i ligornesi giocano per 70’ in superiorità numerica contro l’ultima della classe e ciò nonostante non trovano la via del gol.

Anzi l’inizio è nel segno dei biancoverdi che si rendono pericolosi con Acrocetti e Ponti. Al 16° Cartasegna atterra in modo scomposto Balla e si prende un rosso diretto (e giusto). Al 20° Ghiglia va vicino al vantaggio con un bel colpo di testa, ma il portiere alessandrino Rovera devia in angolo. Il Ligorna ha fretta di segnare, e le azioni sono spesso troppo precipitose, così il Castellazzo si difende con ordine, e anche grazie a un ottimo Rovera si va al riposo sullo 0-0.

Nella ripresa è ancora Ligorna che attacca, ma il Castellazzo non soffre e reagisce con la coppia d’attacco Piana-Rosset, che spaventano Dondero. Il risultato non cambia e la partita si avvia alla conclusione senza grandi emozioni, con il Castellazzo che amministra, il Ligorna che tenta di manovrare, ma i biancoblu alla lunga evidenziano un calo fisico per il terreno di gioco veramente pesante, e nonostante i 5’ di recupero alla fine è 0-0.

Giornata particolare quindi, con la Lavagnese che avrebbe certamente potuto fare meglio ad Acqui, ma che ringrazia l’Oltrepovoghera per aver rifilato la sconfitta numero 3 della stagione alla capolista Caronnese. I bianconeri hanno ora 7 punti di ritardo, ma si sono visti scavalcare dal Chieri.

Per il RapalloBogliasco ora la situazione è molto più tranquilla con 32 punti (12 nelle ultime 6 giornate) e l’11^ piazza in classifica. Superato il Bra ora c’è il Derthona davanti 5 punti e la tranquillità di poter disputare un girone di ritorno senza doversi guardare dalla zona retrocessione.

Il Ligorna invece deve trovare per forza una quadra, visto che al momento la salvezza potrebbe arrivare dai playout. Il Borgosesia è davanti a 4 punti, mentre il Vado, l’unica che sembra poter insidiare la squadra di Pandiscia per la salvezza diretta, è a -1.

Mercoledì turno infrasettimanale in cui spicca il derby RapalloBogliasco – Sestri Levante, partita interessante che fa presagire tanto spettacolo. La Lavagnese ospita il Vado in un testacoda molto insidioso, mentre il Ligorna cercherà l’impresa a Caronno, contro una capolista rabbiosa per la sconfitta maturata domenica.