Quantcast
Serie b femminile

L’Amicizia Lagaccio incassa un punto amaro; Il Molassana tiene un tempo col Cuneorisultati

Troppo forti le cuneesi per le rossoazzurre, che mostrano comunque segnali di ripresa. Lagaccine sprecone con il Bologna ultimo in classifica

calcio femminile Lagaccio

In Serie B femminile non possono ancora gioire le due genovesi che affrontano un momento no dal punto di vista dei risultati.

Torna a fare punti l’Amicizia Lagaccio anche se ancora non ci siamo. Contro il Bologna, ultima in classifica si doveva puntare al bersaglio grosso, e almeno in alcuni momenti le ragazze di Mario Antonini ci hanno provato. Il problema sta nell’avvio di gara, che è subito shock. Le rossoblu passano dopo appena 4’ con una punizione battuta alla perfezione dal numero 10 emiliana, Vancini.

La risposta arriva al 10° con Del Francia che non riesce, però a impensierire il portiere. Ancora Bologna che al 17° mettono i brividi a Ferrari con diagonale di Antonecchia non molto lontano dal palo. Le genovesi si scuotono e cominciano a macinare gioco. Al 26° bel tiro di Del Francia, il portiere Meletti devia in corner.  Un minuto dopo arriva il pareggio con Boggero, ben imbeccata da Bargi. L’attaccante ligure salta il difensore e calcia di potenza, imprendibile per l’estremo bolognese.

Il momento è favorevole alle verdiblu, che però sprecano l’impossibile. Al 30° Boggero ancora da ottima posizione stavolta è imprecisa e la palla vola sopra la traversa. Tre minuti dopo il numero 11 si invola in area, calcia a botta sicura, ma sulla linea salva un difensore rossoblu.

Quando inizia la ripresa si presume che la pressione operata dalle legaccine porti i suoi frutti e invece il Bologna si difende con ordine sfruttando anche il campo pregno d’acqua che gioca contro il maggior tasso tecnico delle ospiti. Poche le occasioni nel secondo tempo in realtà, con Del Francia che si fa anticipare dal portiere in uscita al 48°. Al 67° gran botta di Nietante, ma Meletti si esalta volando e mettendo in angolo. Ultima chance sui piedi di Boggero all’85°, peccato che il numero uno bolognese sia insuperabile oggi.

Finisce 1-1 con tanto rammarico per le verdiblu che non riescono a trovare la vittoria da ormai 7 turni e vede il Castelvecchio scappare a sette punti, mentre l’Imolese tallona le ragazze di Antonini. Un punto comunque significa muovere, anche se di poco, la classifica, e su questo dovranno lavorare le genovesi.

Finisce peggio per il Molassana Boero chiamata all’impresa contro un Cuneo, francamente troppo superiore per pensare di essere superata dalle rossoazzurre. La squadra di Zucchi ha comunque giocato la sua partita onesta e senza timori reverenziali a viso aperto. Certo questo ha fatto pagare un conto salato alle pantere, ma in campo si è visto un buon livello di calcio per almeno un tempo.

Parte subito all’attacco il Cuneo che al 19° ci prova con Moscia, ma Bandini risponde. Il vantaggio cuneese arriva cinque minuti dopo con Cobelli che calcia due volte in porta, la prima trova la respinta di Bandini, alla seconda, però non sbaglia. Responsabilità qui alla difesa che consente la ribattuta dell’attaccante piemontese. La risposta ligure è affidata a Tortarolo che al 32° calcia dalla distanza, palla fuori di poco. Il primo tempo termina con un 1-0 causato da una disattenzione evitabile.

Nella ripresa il Cuneo esce fuori mostrando perché è in testa al campionato. Dopo pochi minuti Cama si dimostra attaccante di razza girando in porta in area piccola un bel cross per il raddoppio che dà un colpo psicologico soprattutto alle pantere. Il Molassana da qui fa un passo indietro e invece di cercare il gol che avrebbe riaperto i giochi pensa a difendersi, e lo fa bene fino al 74° quando Magnarini calcia da distanza siderale una saetta sulla quale Bandini non può nulla.

Poco prima della fine del match Papaleo entra in area, salta due avversarie e cala il poker, forse troppo severo per quanto visto. Molassana quart’ultima anche se con questo piglio ci sono margini di miglioramento. Il tempo stringe, però e le rossoazzurre devono invertire il trend.

Per entrambe le genovesi ora servono vittorie. L’occasione sarà già domenica prossima quando ci sarà un doppio scontro Liguria-Emilia che dovrebbe essere favorevole alle squadre nostrane. L’Amicizia Lagaccio ospita la Reggiana, mentre il Molassana se la vedrà proprio con il Bologna.