Quantcast
A2 femminile

La Locatelli torna a vincere; naufraga l’Albaro Nervi

Bene le biancorossoblu che mantengono la Sciorba inviolata; disastro Albaro, seppellita sotto 22 gol da Ancona

Varie Sport 2015-2016

Luci e ombre sul campionato delle genovesi in A2 di pallanuoto femminile. Le luci arrivano dalla Locatelli che reagisce bene alla sconfitta con la Nc Milano di sette giorni prima con una bella vittoria contro i cugini meneghini della Canottieri Milano (12-9). Ombre scurissime invece sull’Albaro Nervi che ospitava il Vela Nuoto Ancona che ha sgretolato le genovesi con un clamoroso 4-22. Nulla è perduto naturalmente per la squadra esordiente in questa categoria, che ha incassato subito la vicinanza della società: “Nulla è compromesso e già nel secondo tempo la reazione c’è stata” ha detto il presidente Cesare Vio.

La Locatelli come detto, torna a vincere e si accoda al gruppone di squadre che inseguono Varese, prima solitaria e unica imbattuta finora del campionato. La squadra di Michele Garalti Giorgetti era chiamata alla vittoria sia per confermare i pronostici che per dare un segno che la squadra sa rialzarsi dopo una sconfitta.

Nel primo quarto tutto si gioca sul filo. Le milanesi sbagliano un rigore sullo 0-0, e vengono punite da Figari. La reazione non tarda ad arrivare e Milano ribalta il risultato sull’1-2. Ci pensano comunque Ricchini prima e Tignonsini poi a rimettere avanti le genovesi.

Nel secondo tempo la Locatelli inizia alla grande con le reti di Nucifora e Gagliardi (gran gol il suo) che allungano sul 5-2. Le biancorossoblu avrebbero l’opportunità di dare il decisivo slancio, ma sprecano e vengono punite da Ballini e Zamorani che riportano Milano a -1.

Dopo l’intervallo lungo Nucifora (miglior marcatore di giornata rimette due gol di distanza tra le squadre. Ma Milano è lontana dal voler cedere e prende il controllo del gioco vincendo il quarto 2-3 e ristabilendo così la situazione di parità.

Ci vuole una quarta frazione di carattere alla Locatelli per vincere. Comincia Figari, poi Nucifora fanno 9-7. Le milanesi sono ciniche e sfruttano bene l’uomo in più con Cornaglia che fa 9-8. Ci pensa ancora Figari a segnare, con una rovesciata il gol del 10-8, ma le milanesi rispondono subito con Ballini ed è 10-9. La Locatelli qui esce e sfrutta al meglio l’uomo in più con Nucifora e Figari che chiudono i conti sul definitivo 12-9.

Giornata da dimenticare per l’Albaro Nervi che perde la partita praticamente già nel primo quarto sotto i colpi di Altamura e Matteis (8 reti la prima, 5 la seconda). Non c’è partita e Ancona domina l’acqua segnando a ripetizione ed evidenziando tutta la mancanza di esperienza di un Albaro che comunque avrà una reazione. Primo quarto che si conclude comunque 1-10 e partita in cassaforte per le marchigiane.

Nel secondo quarto un piglio diverso per le genovesi consente loro di pareggiare la frazione 1-1, sebbene le anconetane abbiano rallentato. Poi dopo l’intervallo lungo, le ospiti hanno messo in chairo la propria forza, semmai ce ne fosse stato bisogno, vincendo la terza frazione 1-6 e la quarta 1-5. Per l’Albaro la consolazione di vedere andare a segno Maugeri, all’esordio in campionato insieme a Teresa Cocchiere, sorella di Maria Cristina “veterana” della squadra.

Nel prossimo turno la Locatelli è chiamata alla trasferta più lunga, quella di Quartu Sant’Elena con la Promogest, mentre difficile impegno per l’Albaro a Milano contro la Nc.