Quantcast
Politica

Il Comune di Genova aderisce alla Giornata nazionale del lavoro agile

palazzo tursi comune genova

Genova. Conciliare i tempi vita-lavoro e – nello stesso tempo – venire incontro alle esigenze della cittadinanza. Sono questi gli obiettivi della “Giornata del Lavoro Agile” in programma giovedì 18 febbraio e alla quale il Comune di Genova aderisce per il secondo anno consecutivo, non soltanto promuovendo l’iniziativa ma anche proponendo al proprio interno “buone pratiche” per il miglioramento dei servizi.

Nel 2015 la Giornata ha avuto risonanza anche a livello nazionale per le numerose adesioni e per la sperimentazione di modalità di lavoro che hanno prodotto ottimizzazioni che, in alcuni casi, sono entrate a regime. È il caso, ad esempio, dei messi notificatori che, grazie a una maggiore flessibilità del lavoro, sono in grado di garantire un numero più alto di atti notificati e ad orari più consoni alle esigenze della cittadinanza.

Altre esperienze molto positive si sono riscontrate dal punto di vista dell’accessibilità di piattaforme e applicativi informatici. È stata realizzata una nuova intranet che permette la connessione da remoto a servizi e strumenti indispensabili nella giornata lavorativa, oltre a un applicativo telefonico che consente di ricevere ed effettuare chiamate sul proprio computer come se si fosse alla propria scrivania in ufficio.

Anche quest’anno i dipendenti del Comune di Genova hanno avuto la possibilità di proporre modalità di “lavoro agile”. È importante sottolineare che le proposte da una parte vanno incontro alle esigenze familiari e personali delle persone, ma dall’altra devono portare un aumento di produttività e a una maggiore responsabilizzazione del personale. Per questo, ogni progetto sarà corredato da indicatori che comprovino l’effettiva attività svolta. Al termine tutti i “lavoratori agili” saranno coinvolti nella compilazione di un questionario che valuterà il grado di soddisfazione e i risultati ottenuti.

Il Lavoro Agile, chiamato anche Smart Working, si caratterizza per una maggiore propensione a lavorare per obiettivi e ad aumentare la capacità di delega e fiducia nei propri collaboratori. Si tratta di un’evoluzione del modello culturale e organizzativo delle aziende che già da anni si confrontano con la necessità di gestire sempre più efficacemente le risorse che lavorano da remoto (da casa, in viaggio, presso clienti, da altre sedi locali ed estere…), favorendo anche la riduzione dell’impatto ambientale in città (riduzione delle emissioni di CO2 e PM10, del traffico, dei consumi energetici).

La “Giornata del Lavoro Agile” si inserisce all’interno di un percorso più ampio che vede il Comune di Genova – dal 2014 in partnership con l’azienda ABB, leader nelle tecnologie per l’energia e l’automazione – impegnato nella diffusione del tema dello Smart Working sia all’interno dell’Ente con un “Programma di Azioni Positive”, che ha come obiettivi il benessere del dipendente, il miglioramento organizzativo e la conciliazione vita/lavoro, sia  attraverso il “Team di Lavoro SmartJob” promosso dall’Associazione Genova Smart City, che mira a favorire sperimentazioni di lavoro agile in organizzazioni pubbliche e private che condividono l’idea di una città sempre più sostenibile e smart.

Per info e adesione alla “Giornata del lavoro agile” link sul sito istituzionale del Comune di Genova
http://www.comune.genova.it/content/la-giornata-del-lavoro-agile-18-febbraio-2016.

Più informazioni