Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Girone B, la Tigullio allunga mentre le rivali si scontrano risultati

Genova. La Tigullio vince e allunga sulla seconda in classifica, che cambia grazie allo scontro diretto tra Spedia e Campomorone; la tredicesima giornata del girone B della Serie D di pallavolo femminile si riassume in questa classifica, che sembra delinearsi per la prima piazza, ma complicarsi tra le inseguitrici.

Impossibile fermare la Tigullio volley project; le ragazze di Santa Margherita hanno vinto anche a Genova contro Albaro Nervi, ora al settimo posto nel girone, e proseguono la loro marcia verso la vittoria in campionato. Sono stati sufficienti tre set alla Tigullio per concludere l’incontro, nel quale le avversarie non sono mai state davvero pericolose per il risultato.

Non si ferma la Spedia Volley, che domenica in casa ha superato la Avg Campomorone, sorpassandola in classifica; incontro intenso, soprattutto nelle prime due frazioni, dove la differenza è esigua e i punti di distanza ridotti. Sulla distanza, però, la Spedia emerge meglio, strappando i tre punti in quattro set e portando a termine la rimonta verso la seconda posizione.

La Normac si avvicina alla zona interessante della classifica vincendo in casa contro la Volley Villafranca. Le ragazze di Genova Prato cedono nel primo set, ma escono alla distanza, chiudendo l’incontro per 3-1 e garantendosi la quarta posizione in classifica.

La Asd Vivisemm guadagna una posizione a discapito di Albaro Nervi; la vittoria del sorpasso è stata a Caraso, dove la Chiavari united Asd non ha potuto resistere a lungo. Dopo un iniziale pareggio, l’equilibrio si è rotto al terzo set e da lì l’incontro è stato in discesa per il team ospite.

Vittoria in casa, invece, per la Vbc Casarza Ligure, che a Cogorno si aggiudica l’incontro con il Colle ecologico Uscio; 3-1 il risultato finale in una gara decisa al quarto set da un rocambolesco 31-29. Cambia poco in classifica, però, con i due team che continuano a occupare la nona e l’ottava posizione.