Violenza sessuale

“Era vestito come il giorno dell’aggressione”, bloccato il “maniaco” di via Pre’ fotogallery

L'uomo ha aggredito e palpeggiato una giovane postina

Genova Aveva ancora gli stessi indumenti descritti dalla donna aggredita e ripresi dalle telecamere di sicurezza l’uomo, di origine africana che martedì mattina ha aggredito una postina nell’androne di un palazzo di Vico del Pozzo, alle spalle di Via Pre’. L’uomo, che ora è in carcere, accusato di violenza sessuale, aveva colto la giovane di sorpresa e l’aveva palpeggiata prima di darsi alla fuga.

“Siamo arrivati alla soluzione è del caso in brevissimo tempo – spiega Valeria Dulbecco, dirigente del Commissariato Pre’ – grazie anche alla conoscenza del territorio degli agenti delle volanti del nostro commissariato. Già il giorno stesso dell’aggressione avevamo individuato l’autore della violenza”.

Il fermato, un senegalese di 33 anni, senza fissa dimora, sprovvisto di permesso di soggiorno, era già conosciuto dalle forze dell’ordine che lo avevano già identificato in altre circostanze. “L’uomo subito era sparito – continua Dulbecco – ma l’indomani mattina siamo riusciti a individuarlo all’interno di un bar dove lo abbiamo bloccato. A quel punto è bastato un raffronto con le immagini acquisite dalle telecamere di sicurezza per capire che era il responsabile del fatto”.

L’uomo poi è stato riconosciuto dalla vittima che, da subito, aveva fornito elementi molto precisi per arrivare all’identificazione. “Per la ragazza l’individuazione del responsabile in tempo così brevi e’ stata un grande sollievo – conclude Dulbecco – anche perché lavorando in zona il rischio di poterlo rincontrare era abbastanza concreto. Averlo assicurato in breve tempo alla giuatizia e’ stato un ottimo risultato”.

leggi anche
  • Genova
    Genova, violenza sessuale su una postina: preso l’aggressore
  • A prè
    Genova, violenza sessuale su una postina: caccia all’aggressore
  • Politica
    Maniaco arrestato, Giaretti (Forza Italia): “Telecamere fondamentali, sinistra cieca”
  • Incubo
    Sestri Ponente, l’ultima aggressione di un padre-padrone: picchia e punta coltello contro la figlia
  • "esasperato"
    Sampierdarena: l’amico gay gli fa la corte, lui lo massacra di botte