Quantcast
Serie b

Entella, Aglietti: “Salvezza come la Champions? Siamo ancora ai gironi”risultati

Il tecnico predica umiltà dopo la netta vittoria sul Trapani

Aglietti

Chiavari. Una vittoria da zona playoff. Il poker servito al Trapani permette all’Entella di agganciare l’ottavo posto ma al termine della partita mister Alfredo Aglietti getta acqua sul fuoco in sala stampa.

I punti sono sempre sudati – afferma -. Poi alla fine diventano facili o difficili. La partita ha avuto due facce; anzi, tre. Abbiamo iniziato molto bene, abbiamo trovato l’espulsione e di conseguenza il gol. Poi, quando siamo rimasti in superiorità numerica abbiamo rallentato troppo e infatti abbiamo rischiato di prendere il gol del pareggio. Secondo tempo meglio, siamo ripartiti e siamo tornati a giocare come avevamo fatto all’inizio. Abbiamo chiuso la partita presto e la squadra alla fine, a parte gli ultimi quindici minuti del primo tempo, ha fatto un’ottima gara. Siamo contenti perché le partite vengono rese facili da ciò che facciamo noi”.

Il presidente Gozzi ripete spesso che la salvezza equivale a vincere la Champions League. “Siamo ancora nei gironi – scherza Aglietti -. E nel girone abbiamo Barcellona, Real Madrid e Juventus. Preferisco analizzare partita per partita, senza stare a pensare alla classifica. Noi pensiamo a lavorare; è giusto che la gente e la società siano contente ma il campionato di Serie B è troppo lungo, ci sono momenti di difficoltà, altri più positivi, ma dobbiamo sempre avere l’equilibrio di gestire entrambi e andare avanti a lavorare come stiamo facendo”.

Di Carmine – spiega – ha le caratteristiche che cercavamo per giocare come voglio io; è un acquisto azzeccato. Il dubbio vero lo avevo a centrocampo tra Troiano, Palermo e Jadid su chi far giocare; alla fine hanno giocato un po’ tutti perché gli infortunati e quelli che sono entrati hanno riguardato gli uomini in dubbio. Peccato perché la giornata è stata un po’ rovinata da questi due infortuni di Caputo e Jadid, che dovremo valutare“.

Ora si prepara la trasferta a Vercelli. “Abbiamo fatto due partite, con Cagliari e Cesena – dichiara -, non proprio le ultime della classe. Stiamo bene, sicuramente dobbiamo andare a fare risultato a Vercelli per far sì che loro non si avvicinino. Sarà una partita difficile, loro hanno pareggiato a Crotone. Troveremo una squadra psicologicamente carica a mille. Noi dobbiamo provare a fare un colpaccio, per allungare su di loro e magari accorciare da quelle davanti.

Col Trapani ha debuttato Paroni. “Andrea è un ragazzo straordinario. Io non amo l’alternanza tra i portieri – conclude Aglietti – ma lui è un grande professionista e quando c’è bisogno si fa trovare pronto come oggi“.