Quantcast

Lettera al direttore

De Ferrari (M5S): “Le incoe-renzie sulla polizia provinciale”

194 anni di storia del Corpo Forestale dello Stato smantellati in un battito di ciglia. È accaduto pochi giorni fa, nel silenzio assordante delle istituzioni che dovrebbero difendere un presidio chiave per la lotta alle ecomafie e agli ecoreati.

La firma a questo atto devastante per la tutela ambientale l’ha messa il governo Renzi. Lo stesso Renzi che nel 2007, ai tempi in cui era Presidente della Provincia di Firenze, ringraziava pubblicamente la Polizia Provinciale di Castel Fiorentino per l’operazione “Volpe Bianca” che aveva portato a una serie di sequestri e denunce per avvelenamenti e bracconaggio.

Qual è il vero volto di Renzi? Il giovane amministratore “sensibile” alla tutela del territorio o il vecchio politico che, in nome della real politik, cancella totalmente il presidio territoriale e lascia mano libera alla criminalità ambientale.

In Liguria il corpo di Polizia Provinciale rischia di fare la stessa fine della Forestale, con possibili scenari apocalittici futuri, tra cui anche licenziamenti, caso unico nella storia della Pubblica Amministrazione.

A questo punto la palla passa alla Giunta Toti. Intende nazarenicamente mantenersi in linea con Roma? Oppure, per una volta, infrangerà quel famigerato patto bipartisan e garantirà almeno la permanenza della Polizia Provinciale sul nostro territorio, accogliendo la nostra proposta di modifica alla legge regionale 15/2015?

Ricordiamo a Toti che la Liguria è l’unica regione, insieme al Molise, a non avere ancora stipulato una convenzione a garanzia di questo corpo così bistrattato dalle istituzioni.

Marco De Ferrari, portavoce del MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria

leggi anche
Polizia provinciale
Il nodo
Ex Polizia Provinciale, Doria convoca la Conferenza dei Sindaci